www.flickr.com
photos in People reading- Comment as many as you add
IL BLOG DEL GRUPPO DI LETTURA HA CAMBIATO CASA; IL NUOVO INDIRIZZO รจ http://gruppodilettura.wordpress.com/

« Home | Io non ho paura, il punto di vista di un dodicenne... » | Pensieri di lettura, io leggerei... All'incontro ... » | GDL A TRENTO; LEGGERE A SCUOLA, A PIACENZA Ci seg... » | A TEATRO A TEATROAnna Recaldini Nel programma del... » | UN SUPERBLOG PER I NOSTRI SUPERGRUPPI Il blog � s... » | DA CERVIA: APPUNTI su Lodoli, e programma per la p... » | L'INCONTRO DI SABATO SCORSO DEI GDL: AMICIZIA E ... » | RIFLESSIONI sull'incontro tra gruppi di lettura a... » | L'INCONTRO DEI GRUPPI DI LETTURA sabato 15 novemb... » | Appunti su "LA NOTTE" di Marco Lodoli a.p. I... »

Paure, disincanto, i bambini e il mondo degli adulti
Appunti e note dalla serata dedicata a Io non ho paura [il romanzo e il film]

[quello che segue è una specie di discorso indiretto libero polifonico: provo a sintetizzare e mettere insieme pareri, interpretazioni, punti di vista molto differenti. Chiedo perdono se non tutte le riflessioni vengono rappresentate, se sono rappresentate male; naturalmente sono graditi altri resoconti o ulteriori spunti e riflessioni :)]

- Un film molto forte. La pellicola colpisce duro: in questo senso il film è sicuramente riuscito. Però, chi ha letto il libro sente qualche mancanza. Soprattutto perché il libro è grande nell'elaborare lo smarrimento di Michele, e in questo il film ha un compito difficile. Quasi impossibile. Infatti la narrazione è ancorata all'intreccio più che all'analisi dei personaggi. Nel romanzo, la narrazione in prima persona, il flusso dei fatti cadenzato dalle riflessioni, facilitano però alcuni tratteggi psicologici del personaggio/narratore. Il romanzo mantiene un egregio equilibrio fra il dilemma/conflitto/evoluzione del personaggio e il procedere della storia, che anzi è spinta avanti proprio dalle decisioni/risoluzioni di Michele. Anche il film funziona così, sacrificandone però un po' il percorso di trasformazione e raggiungimento della consapevolezza.

- La lettura del romanzo riporta qualcuno all'adolescenza. A quell'avventura dell'infanzia di fronte al male, che invece Salvatores e i due sceneggiatori non hanno potuto trasferire completamente al cinema. Meglio, che si intuisce in alcuni momenti, si lascia intravedere.
Nella pellicola appare trattato un po' rigidamente anche il tema della difficoltà di comunicazione fa il mondo dei bambini e quello degli adulti.Anche le dinamiche del gruppo di ragazzini mancano.

- Il romanzo di Ammaniti è una macchina narrativa formidabile: con un apprezzabile dosaggio di descrizioni, azione, dialoghi, il ritmo è dettato dalle pedalate dei bambini. La scrittura è moderna, cinematografica ma maledettamente forte. Il film tutto sommato è sufficientemente rassicurante.

- Forse, come sempre quando si confronta un romanzo con il film che ne è stato tratto, si pecca di ingenerosità nei confronti di quest'ultimo. La vera domanda da porsi è se la visione del film arricchisce il patrimonio accumulato con la lettura. La risposta però quasi mai è univoca. Il Gdl per esempio ha apprezzato molto l'estetica fotografica del lavoro di Salvatores, le immagini scintillanti, i cieli azzurri, l'indugiare sugli animali. Qualcuno però lamenta una specie di patinata rappresentazione alla "mulino bianco".

- La scrittura del film però risolve - viene puntualizzato - alcuni passaggi poco convincenti del romanzo: per esempio il rapporto fra Michele e Filippo è più chiaro, più bello, più vero nella sceneggiatura. In particolare, la scena decisiva quando Michele prende in spalla Filippo ha un impatto emozionale e un significato narrativo che al testo del romanzo manca.
Anche il finale, secondo alcuni, è più efficace nella versione cinematografica.

Links to this post

Crea un link

gruppodilettura@gmail.com
INCONTRO NAZIONALE
DEI GRUPPI DI LETTURA,
30 settembre Arco di Trento

Prossimi appuntamenti GDL
I consigli di lettura per l'estate
I libri che abbiamo letto

Ultimi post pubblicati

Google
Web gruppodilettura




Subscribe in Bloglines

il blog del Gdl via email

Grazie a FeedBurner


Home page



Il sito della Biblioteca di Cologno Monzese
Il sito della Biblioteca di Cervia
Il forum dei lettori della biblioteca di Cologno
Associazione amici della biblioteca di Cologno

QUEL CHE FANNO GLI ALTRI
Libridine, gruppo italiano on line
Gruppo di lettura, a Cervia
+Il gruppo di lettura della Biblioteca Provinciale "A. C. De Meis" di Chieti
Gruppo di lettura "Tra le righe", a Reggio Emilia
Leggendo Leggendo, gruppo di lettura a Piacenza
Scuola Blog, Piacenza
Gruppo di lettura a Trento
Il GdL della Biblioteca di Melegnano
Il GdL della Biblioteca di Segrate
"Luogo Comune", il GdL di Vignate
Il GdL della Biblioteca di Novate Milanese
"Il salotto della poesia", il GdL della Biblioteca comunale di Arese
BombaCarta
Blottagono
Blog dei circoli di lettura
Il Gruppo di lettura di Rozzano (MI)
Lettori accaniti
Bookclub, Roma
Lanternati
Il gruppo di lettura del Guardian
I gruppi del New York Times
ALTRI BLOG
Il blog di Biblaria
Fogliedivite
Letture e riletture
Romanzieri.com
Il comodino del piacentino
Popinga
Marchitelli
Letturalenta
Cazzeggi letterari
Giulio Mozzi
Diritto e cultura
Booksblog
RedazioneVoland
Il blog di Grazia
The tentacle and the city
Arci bookcrossing, Torino
Alcuni autori di cui ci siamo occupati
Paul Auster
Camilla Baresani
Walter Benjamin
Miguel Benasayag
Erri De Luca
Jonathan Franzen
Paul Ginsborg
Milan Kundera
Nicolaj Leskov
Marco Lodoli
Antonio Munoz Molina
Vladimir Nabokov
Laura Pariani
Nuto Revelli
Lev Tolstoj
J. Saramago
W.G. Sebald

  • Google
  • Wikipedia
  • Firefox


  • Creative Commons License
  • I contenuti di _Gruppo di Lettura sono regolati da una licenza Creative Commons.
  • __FEED ATOM

  • Technorati Profile