www.flickr.com
photos in People reading- Comment as many as you add
IL BLOG DEL GRUPPO DI LETTURA HA CAMBIATO CASA; IL NUOVO INDIRIZZO è http://gruppodilettura.wordpress.com/

29.10.04

alla ricerca di strati sovrapposti che spieghino cos'� un gruppo di lettura

appunti sparsi e disarticolati

SPAZIO PUBBLICO VS SOLITUDINE DEL LETTORE

Mi sembra che la caratteristica pi� importante (almeno una fra le pi�
importanti) di un Gruppo di lettura sia il fatto che si crei uno
"spazio pubblico" (concetto a strati, sul quale � necessario ritornare
pi� volte per vederne alcuni tratti) grazie al quale la condizione di
solitudine del lettore possa essere riscattata, almeno in parte e
temporaneamente, ma, in ogni caso, con risultati forti. [continua qui]

25.10.04

libri ritrovati

Nel fine settimana del 27 e 28 novembre 2004 il Parco Esposizioni Novegro (Milano) ospiter� I libri ritrovati, una slow book fair. Nata da un�idea di Luca Gallesi, � un�occasione nella quale i libri �lenti� rientrano di prepotenza sulla scena.

Si daranno appuntamento librai specializzati nel �fuori catalogo� e lettori accaniti: alla ricerca di buoni libri (magari introvabili altrove) a buon prezzo.


Sabato 27 ci sar� anche un incontro su Perduti & ritrovati: percorsi del libro d'occasione: parleranno scrittori, critici, librai tradizionali e librai su Internet.

Infine: la classifica dei long seller e, domenica 28, Racconta il tuo libro: la possibilit� di raccontare il colpo di fulmine per un titolo incontrato per caso: attraverso il bookcrossing o scovato in una bancarella.


RadioTre Fahrenheit condotto da Marino Sinibaldi dedicher� una puntata all'evento.

Maggiori informazioni qui

22.10.04

da cervia- invito alla lettura: le settimane del giardino

LA STORIA DI UN GRUPPO DI LETTURA

B.V.

Cari compagni di lettura,

� appena arrivato in biblioteca un piccolo libro che vi segnalo subito come
necessario...Lo ha scritto Juan Goytisolo (Un circolo di lettori) con il titolo
di LE SETTIMANE DEL GIARDINO, Einaudi, 2004 ( L'Arcipelago ). Lo ha tradotto
Glauco Felici.

Lo scrittore spagnolo presta la sua firma ad un gruppo di lettori ..." attivi
e appassionati di una citt� di provincia" ... che decisero di "scrivere un
romanzo collettivo
sull'elusiva storia del poeta, riuniti per il tempo di tre
settimane nella benignit� estiva di un colto e ameno giardino"...

"Il nostro giardino cervantino, con le sue aiuole e con i suoi cespugli
fioriti, era anche quello di Borges: sentieri e biforcazioni, avanzate e
ramificazioni, fermate e indietreggiamenti: ci� dava luogo a tensioni e
addirittura a incidenti tra i colettori, ma la dipendenza letteraria da cui
eravamo uniti finiva per imporsi a ogni altra considerazione".



L'autore conia anche un termine nuovo : chiama i componenti del
gruppo : "colettori" e racconta dunque una storia di un gruppo di lettura.



a presto, bianca

19.10.04


Come il suo amico Walter Benjamin, Ernst Bloch ci aiuta a capire le narrazioni e, indirettamente, le relazioni fra letture e "discorso pubblico" a proposito delle letture. Ci torneremo presto ;-)
 Posted by Hello

16.10.04

note su anna karenina

di A.P.



Nel Romanzo possiamo trovare moltissimi temi che richiederebbero molte pagine per essere sviluppati; isoliamone alcuni:



1- L�amore: forza che travolge e stravolge le vite che incontra, sia quando si manifesta che quando si nega. Se per Anna � la forza irresistibile che la porter� alla morte, per Levin � la disperazione pi� profonda quando Kitty lo respinge e, successivamente, una forza che lo fra vivere e agire come se fosse sollevato da terra quando Kitty accetta di sposarlo.
Tolstoi ha la capacit� di scrivere d�amore senza banalizzare mai il sentimento, te lo fa sentire sempre come una cosa viva che va e che viene, mai certa e immutabile nel tempo. Chi ne � avvolto ha spesso il timore di essere inadeguato alla forza del sentimento, ha paura di perderlo nella persona amata e in ogni momento vive senza certezze definitive. E� il paradigma dell�incertezza propria del vivere.



2-La societ� russa della fine del secolo 19�: spaccato fedele di una societ� che ha gi� in incubazione la rivolta che avverr� all�inizio del 900 con la rivoluzione d�ottobre. Emblematica la ripulsa che la nobilt� di Mosca e S.Pietroburgo mostra nei confronti della passione di Levin per la terra, per la vita contadina, per i suoi problemi. Pur vivendo solo di agricoltura, dato che la rivoluzione industriale non c�� ancora, rifugge dalla vita della terra e si rifugia nei propri riti di cene,balli,nei fasti della corte imperiale e nella corruzione. Ci� che conta per Alessio Aleksandrovic � la stima dei superiori e l�ottenimento della onorificenza Nevski.

Fortissimo � il condizionamento che la societ� svolge nei confronti dei propri membri quando non rispettano le regole che essa impone: vedi la frustazione di Vronski quando cerca di rientrare con Anna nella vita di Pietroburgo o le pressioni su Alessio Aleksandrovic quando si conosce l�infedelt� di Anna (o il divorzio o la sfida in duello a Vronski per salvare il proprio onore). Dello stesso tenore la risposta ad Anna di Lidia Ivanovna quando la prima chiede di rivedere Seriogia.



3- La religione: o � fuga dalla realt� dei propri problemi (Alessio Aleksandrovic) o � mezzo di messa al bando di chi non segue le regole della societ� contemporanea (nei confronti di Anna da parte della principessa Lidia Ivanovna)



4- La scrittura di Tolstoi: siamo di fronte ad un grande romanzo perch� le pause di stanchezza in quasi mille pagine sono praticamente inesistenti; forte � l�analisi dei sentimenti degli attori, della loro psicologia,delle loro reazioni nelle pi� diverse situazioni; anche quando lo scrittore analizza argomenti freddi come le tecniche di conduzione delle terre da parte di Levin (argomento che pu� far parte della sociologia della societ� russa del tempo) l�interesse non viene meno perch� � sempre forte l�accento sulla passione che mette Levin nel portare avanti i propri convincimenti.


A.P.

13.10.04

cinema e narrazione scritta: ancora Grinzane

E' la seconda edizione di Grinzane Cinema a Stresa: la manifestazione derivata dal prestigioso Premio Grinzane, tutta dedicata ai rapporti fra narrativa scritta e cinema. Ne avevamo parlato anche lo scorso anno. Da oggi fino a domenica si parler� di Giuseppe Pontiggia e di Gianni Amelio e del suo Chiavi di casa; di 'Porte aperte'', sempre di Amelio, tratto da Leonardo Sciascia; di Il giardino dei Finzi Contini di Vittorio De Sica (1971) tratto da Bassani. Di Metello di Mauro Bolognini, del 1970, tratto da Vasco Pratolini. E poi di La leggenda del pianista sull'oceano di Giuseppe Tornatore, tratto da ''Novecento'' di Alessandro Baricco, un film di cui, venerdi' parlera' Pietro Chiambretti.

"Quello che importa non e' la fedelta' assoluta al testo - ha detto Amelio - ma il rispetto all' essenza, quella si e' importante. Non si puo' prendere un libro e destrutturarlo al fine di tirarne fuori quello che si voleva e che non si e' stati capaci ad esprimere senza quello stesso libro".

7.10.04

riunione del gruppo di lettura di cologno

dunque confermato



L'appuntamento del GdL � fissato per il 14 ottobre (gioved�) alle 21.00 in biblioteca (Piazza Mentana 1 Cologno).

Ecco gli argomenti (naturalmente non vincolanti ed eventualmente da affrontare in pi� riunioni successive):



1) Anna Karenina (per chi lo ha letto, riletto o vuole solo ascoltare)



2) Di ritorno dalla maratona, ossia "� possibile mantenere vivo e legato al
Gruppo di lettura *il filone del narrare le storie* che ha portato alla
preparazione e alla pratica del narrare per la *maratona del racconto del 25
settembre* ?



3) Comunicazioni esterne, bacheche, rapporti con i gemelli, sdoppiamenti ed
altre metamorfosi



4) *riflessioni e letture sulla lettura*: a partire da Camilla Baresani e
dal suo "Il piacere tra le righe"



5) scelta di un nuovo percorso di lettura e/o di un nuovo libro



L.F.

5.10.04

segrate: un gruppo di lettura nostro vicino

_ messaggio dal gruppo di lettura della biblioteca di segrate _



R.S.,

sono un collaboratore per la Biblioteca di
Segrate, e da circa un anno e mezzo seguo il gruppo di lettura di
Segrate.


E' da un po' di tempo che seguo il vostro Blog e quanto sta avvenendo
nel mondo - se cos� si pu� chiamare - dei gruppi di lettura. Mi sembra
illogico e un po' stupido rimanere ancora silenziosi, e quindi mi
piacerebbe entrare in contatto con voi e con gli altri gruppi.
Brevemente vi parlo di seguito del nostro gruppo.


Il gruppo � nato da una idea dell'Associazione segratese onlus "D come
Donna" che ha proposto alla Biblioteca una collaborazione nella
gestione e nell'organizazione delle prime riunioni.



Era l'estate del
2002. Da quella data, il gruppo si � sempre ritrovato in Biblioteca
ogni 21 giorni, senza quasi mai fermarsi, il gioved� sera alle 21
circa. Quando arrivai in Biblioteca mi piacque subito l'idea di un
gruppo di lettura. Insieme alla Direttrice, Raffaella Vigilante,
cominciai a appassionarmi e a informarmi poi sugli altri gruppi di
lettura esistenti, e di quelli del mondo angloamericano.

Poi Raffaella
� diventata mamma, e il suo impegno, come naturale, si � rivolto al
suo bimbo; ora, per la Biblioteca, mi occupo io in primis, e devo dire
che da parte dell'Associazione c'� sempre stata una cura nel portare
aventi questo progetto, una costanza e una voglia di andare avanti in
sintonia con tutti i fini che una attivit� sistematica e cos� bella di
promozione della lettura ha per una biblioteca.



Per l'Associazione ci
sono in primis la presidente Enza Orlando e suo marito, il vulcanico
Luigi Favalli, che � poi il coordinatore del gruppo, ormai in pensione
e da sempre interessato a quanto � letteratura, e, frequantando gruppi
di scrittura creativa da pi� di 10 anni, ha diversi contatti con
editor di Feltrinelli e Rizzoli. Proprio infatti dalle letture del
gruppo - abbiamo fatto un opuscolo questa estate, in cui abbiamo
indicato tutti gli autori letti - sono nati incontri con autori, tra
cui: Carmen Covito, Laura Pariani, Matteo B. Bianchi, Marcello Fois,
Romolo Bugaro
; incontri in cui l'autore si � trovato di fronte a un
gruppo di lettori che aveva letto tutti i suoi libri!



Oggi il gruppo raggiunge i 20/25 partecipanti a incontro. In un clima
piacevole, un po' alla "Biblioteca dei miei sogni", continuiamo questo
entusiasmante percorso, tanto che mi � venuto in mente, proprio
considerando la vostra esperienza, di creare un blog.


A breve
speriamo, quindi, di comparire anche noi in quella vostra lista "Cosa
fanno gli altri", e di poter scambiarci idee, emozioni, pensieri sulle
letture. Interagendo tra noi e coltivando questo tipo di promozione
che chiunque legga un po' di quanto sta avvenendo nel mondo
angloamericano sotto questo aspetto, credo sia il futuro per la
promozione delle biblioteche di pubblica lettura.


Se volete, ci � gradito inviarvi il nostro opuscolo su due anni di
gruppo di lettura.

Sentiamoci, e a presto,



Roberto S.

proposta di riunione: 14 ottobre!

Alle domande assai pertinenti di Luigi aggiungerei una proposta di riunione
per tentare di rispondervi.


Va bene gioved� 14?


Tra gli altri punti che (anche in successive riunioni) dovremo affrontare
(oltre a quelli indicati da Luigi) suggerirei:


* scelta di un nuovo percorso di lettura e/o di un nuovo libro;

* eventuale sdoppiamento (con rilancio pubblico) del gruppo;

* modalit� dei rapporti con gli altri gruppi di lettura (Cervia, Lissone)


A presto



L.F.

Biblioteca civica di Cologno Monzese

4.10.04

gdl dove sei?

Quando si riunisce il gruppo di lettura?



potremmo parlare di:



_ anna karenina, che, temo, in molti non avremo letto (io al 4
ottobre sono a pagina 250 e negli ultimi giorni ho fatto uno sforzo di
rincorsa); il tema comunque potrebbe indurci a discussioni ricche sia
in merito al romanzo in s�, sia sul fatto di non averlo letto e
quindi, indirettamente, *sull'importanza del libro scelto e delle
modalit� con le quali il Gdl sceglie*



_ *riflessioni e letture sulla lettura*: si era detto che saremmo
partiti da Camilla Baresani e dal suo _ Il piacere tra le righe. Le
seduzioni della lettura, _ Bompiani.



_ � possibile mantenere vivo e legato al Gruppo di lettura *il filone
del narrare le storie* che ha portato alla preparazione e alla pratica
del narrare per la *maratona del racconto del 25 settembre* ?



_ � pensabile e auspicabile che il Gdl comunichi con maggiore
regolarit� le sue attivit� all'esterno (per esempio con un piccolo
spazio fisso da qualche parte in bilbioteca)?



Ciao a tutti e a presto



_LG

1.10.04

Il Gruppo di Lettura della Biblioteca Passerini Landi di Piacenza: una storia da raccontare

Il Gruppo si forma nella primavera del 2004 in maniera del tutto spontanea ed in-disciplinata, su esplicita richiesta di alcune studentesse delle prime superiori di due Licei cittadini che avevano partecipato alle attivit� di laboratorio letterario realizzate nell'anno scolastico precedente dalla Sezione didattica della Biblioteca, che lavora con classi e docenti d'Istituto superiore.

Con l'approssimarsi delle vacanze estive le ragazze, che sono amiche fra loro, mi domandano se non si pu� continuare a venire in biblioteca per "parlare di libri" e naturalmente la proposta viene immediatamente accolta.

C'� quindi una grande omogeneit� di provenienze e, ovviamente, di fasce d'et�: inizialmente ho distribuito un questionario ed una breve lista (otto titoli) di libri gialli, un p� perch� sapevo che nel secondo anno del biennio si parla della narrativa gialla a scuola, e un p� perch� si stava avvicinando l'estate, durante la quale, per tradizione e per forza di cose (c'� pi� tempo), i libri gialli si leggono di pi�.

La bibliografia tematica breve (non pi� di otto titoli) in distribuzione ad ogni incontro � rimasta una costante degli appuntamenti che il GdL si d�; le prime riunioni hanno visto una partecipazione anche maschile che per� a poco a poco s'� drasticamente ridotta fino a scomparire del tutto: al momento la composizione del gruppo � esclusivamente femminile.


Lo schema degli incontri, inizialmente molto flessibile, pur conservando tuttora un'elevato grado di adattamento alle presenze, ancora fluttuanti (ogni volta ci sono persone nuove), incomincia ad incanalarsi su alcune formule collaudate: la domanda iniziale ("Cos'avete letto in questo periodo?") seguita dai racconti e dai commenti incrociati delle ragazze, con qualche intervento correttivo da parte mia se, come a volte succede, c'� chi tende a prendersi un po' troppo spazio (ed io non sono da meno!); una seconda fase in cui chiedo se qualcuno ha letto qualche brano in lettura dalla bibliografia della volta predente, il che di solito produce una cascata anche piuttosto vivace di commenti pro e contro, con annessi riferimenti filmici e/o TELEfilmici. Di solito la riunione si conclude con un richiamo alla bibliografia dell'incontro successivo, che pubblico sul blog il giorno stesso.


La cadenza degli incontri da settimanale � diventata quindicinale e tale � rimasta, come � rimasta ferma la libert� di partecipazione e l'assenza rigorosa di ricadute scolastiche (non vengono dati attestati di frequenza); i temi affrontati sin'ora sono stati gli insetti in letteratura (argomento prettamente estivo!), i bugiardi, i gatti e le nuvole, le stagioni, e altri ancora; il che crea da parte mia il magnifico impegno dell'invenzione e della ricerca ma (mi � stato gi� fatto notare) inevitabilmente porta il marchio della soggettivit� tanto nei criteri di scelta dell'argomento quanto nella conduzione della successiva discussione.


Quattro secondo me le questioni attualmente sul tappeto:

1) l'urgenza del soffermarsi su temi affini o argomenti paralleli in maniera non banale, scongiurando le secche della superficialit�.
2) l'incremento dei commenti e dei post sul blog del Gruppo (http://leggendoleggendo.blogspot.com), dove sin'ora ho postato solo io e commentano solo poche altre.
3) l'esigenza dello sdoppiamento del Gruppo attraverso la costituzione di un Gruppo per adulti, che incominciano a frequentare il gruppo attuale ed hanno evidentemente esperienze di lettura diverse.
4) le modalit� per la discussione dei temi e la disciplina delle (frequentissime) digressioni cinematografiche (dal romanzo al film), cui peraltro ammetto di contribuire spesso [sic!].

gruppodilettura@gmail.com
INCONTRO NAZIONALE
DEI GRUPPI DI LETTURA,
30 settembre Arco di Trento

Prossimi appuntamenti GDL
I consigli di lettura per l'estate
I libri che abbiamo letto
Google
Web gruppodilettura




Subscribe in Bloglines

il blog del Gdl via email

Grazie a FeedBurner


Home page



Il sito della Biblioteca di Cologno Monzese
Il sito della Biblioteca di Cervia
Il forum dei lettori della biblioteca di Cologno
Associazione amici della biblioteca di Cologno

QUEL CHE FANNO GLI ALTRI
Libridine, gruppo italiano on line
Gruppo di lettura, a Cervia
+Il gruppo di lettura della Biblioteca Provinciale "A. C. De Meis" di Chieti
Gruppo di lettura "Tra le righe", a Reggio Emilia
Leggendo Leggendo, gruppo di lettura a Piacenza
Scuola Blog, Piacenza
Gruppo di lettura a Trento
Il GdL della Biblioteca di Melegnano
Il GdL della Biblioteca di Segrate
"Luogo Comune", il GdL di Vignate
Il GdL della Biblioteca di Novate Milanese
"Il salotto della poesia", il GdL della Biblioteca comunale di Arese
BombaCarta
Blottagono
Blog dei circoli di lettura
Il Gruppo di lettura di Rozzano (MI)
Lettori accaniti
Bookclub, Roma
Lanternati
Il gruppo di lettura del Guardian
I gruppi del New York Times
ALTRI BLOG
Il blog di Biblaria
Fogliedivite
Letture e riletture
Romanzieri.com
Il comodino del piacentino
Popinga
Marchitelli
Letturalenta
Cazzeggi letterari
Giulio Mozzi
Diritto e cultura
Booksblog
RedazioneVoland
Il blog di Grazia
The tentacle and the city
Arci bookcrossing, Torino
Alcuni autori di cui ci siamo occupati
Paul Auster
Camilla Baresani
Walter Benjamin
Miguel Benasayag
Erri De Luca
Jonathan Franzen
Paul Ginsborg
Milan Kundera
Nicolaj Leskov
Marco Lodoli
Antonio Munoz Molina
Vladimir Nabokov
Laura Pariani
Nuto Revelli
Lev Tolstoj
J. Saramago
W.G. Sebald

  • Google
  • Wikipedia
  • Firefox


  • Creative Commons License
  • I contenuti di _Gruppo di Lettura sono regolati da una licenza Creative Commons.
  • __FEED ATOM

  • Technorati Profile