www.flickr.com
photos in People reading- Comment as many as you add
IL BLOG DEL GRUPPO DI LETTURA HA CAMBIATO CASA; IL NUOVO INDIRIZZO è http://gruppodilettura.wordpress.com/

30.12.05

I migliori libri letti nel 2005; Perezoso: Palahniuk, Carroll, Lethem

_Chuck Palahniuk - Soffocare
Per me è una specie di terapia, ogni anno leggo un libro di Palahniuk, poi, mi sento peggio.
Fatelo anche voi.
_Jonathan Carroll - Il mare di legno
Sorprendente ed emozionante, per quelli che non capiscono e vanno avanti a leggere lo stesso, per quelli che non sanno come si rema in un mare di legno ma ci provano.
_Jonathan Lethem - Amnesia moon
La sensazione alla fine è che sia troppo, troppo complicato, troppo assurdo, troppo onirico. Però il protagonista si chiama Caos e forse non potrebbe essere diversamente.

Saluti da Perezoso
---
Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

I libri più belli letti nel 2005 - Carlotta: Boll, Lurija, Szymborska

Posso votare anch'io?
_"Casa senza custode" di Heinrich Boll, Mondadori, 1981, perchè le figure dei bambini sono perfette;
_"Un mondo perduto e ritrovato" di Aleksandr Lurija - Editori riuniti, 2001, perchè è la cosa più straziante contro la guerra che io abbia mai letto;
_"Appello allo yeti" di Wislawa Szymborska - Libri Scheiwiller, 2005, perchè è una poetessa straordinaria.
Grazie per l'ospitalità e per i bei suggerimenti di lettura che ricevo dalla lettura delle vostre mail.

Carlotta D. E.
---
Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

23.12.05

I Migliori libri letti nel 2005; Adele: Goncarov, Brennan, Vittorini


Kyle reading
Originally uploaded by Captain Dan.
I miei libri dell'anno:
OBLOMOV, Ivan Goncarov,
un libro che si presta a piu' interpretazioni: storiche, la fine di un'epoca quella dei proprietari terrieri, una tipologia umana, l'uomo contemplativo piu' che attivo, ma anche quella dell'incapacita' umana di apprezzare qualita' che vanno scoperte piano piano. Da leggere
LA VISITATIRCE di Maeve Brennan la storia di due donne (una nonna e sua nipote) alle prese con un duello di sentimenti tanto intensi quanto controllati, con un epilogo inatteso e per me anche sconcertante. Se qualcuno l'avesse gia' letto mi potrebbe comunicare come lo ha recepito?
(L'epilogo). Bello si legge in due orette.
CONVERSAZIONE IN SICILIA di Elio Vittorini. Anche questo libro dovevo leggerlo, mi e' piaciuto, ma senz'altro e' piu' profondo e importante di non quanto io non l'abbia liquidato. Mi riprometto di leggere critiche e recensioni anche dell'epoca per approfondirlo e comprenderlo appieno, anche nella sua contestualizzazione.
Approfitto dell'occasione per ringraziare Luigi, e tutti i responsabili e aficionados in giro per l'Italia del Gdl di Cologno, porgendo loro tanti auguri di Buon Anno Nuovo.
Adele
--
Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

22.12.05

I migliori libri letti nel 2005 - Paola Z.: Gary

Il mio libro dell'anno e': Romain Gary, La vita davanti a Sé...
e di seguito tutti quelli che il gruppo di lettura ha proposto nel corso dell'anno.
Lo so' sono poco descrittiva ma per me il natale e' sinonimo di delirio lavorativo.
Il 2005 e' stato l'anno dell'incotro con il gruppo e mi e' piaciuto molto.
auguri a tutti
paola z.
----
Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

Tags, a proposito di:

21.12.05

I migliori Libri letti nel 2005 - Antonio P.

Per me non è stato un anno di letture particolarmente eccellenti. Mi fermo quindi a:
Henry James - Ritratto di signora.
Un saluto affettuoso, Antonio

Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

19.12.05

Libri del 2005 _ di Marta: Parise, Valery, Tolstoj


Milano, used_books
Originally uploaded by luiginter.

Assente e lontana ma sempre piu' curiosa lettrice dei vostri pensieri epistolari, avevo letto una recensione al libro di Giorello ma non ho letto il libro per cui taccio. Credo nel dialogo e nella tolleranza rispettosa dell'unicità di ogni uomo e mi fermo davanti al mistero di ogni vita sprofondata nel cosmo.
I libri dell'anno (ma anche qui sono una pasticciona nel senso che le mie letture s'incrociano e inizio con Brodskij e finisco con John Donne tradotto dalla Campo
mentre passo per le 'Quartine' della Valduga...) credo siano stati (svagata non per posa ma per stanchezza):
'L'odore del sangue' di Goffredo Parise con prefazione preziosissima di Cesare Garboli BUR. Romanzo postumo
'Degas Danza Disegno' di Paul Valery ediz. SE Degas
letto con gli occhi di Valery. Se ne ricevono sferzate di disincanto e al tempo stesso innamoramenti vari per l'arte.
'Padre Sergjj', 'La morte di Ivan Il'ic', 'Karma' 'Il diavolo' e 'Felicita familiare' di Tolstoj edizioni Oscar Mondadori e per 'Padre Sergij' Universale
Economica Feltrinelli I CLASSICI
Modernissssssimi
Roberto Mancini : 'Il silenzio via verso la vita'
Ediz. Qiquajon Com. di Bose
Bruno Forte 'Ho cercato e ho trovato' ed San Paolo

Marta
----
Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com
Tags, a proposito di:

I migliori fra i libri letti nel 2005 - Luciano L.: Marquez, Steinbeck, Simenon

cent'anni di solitudine - g.g. marquez
pian della tortilla - j. steinbeck
il primogenito dei Ferchaux - g. simenon
tra gli esclusi dalla lista, per ragioni di spazio: l'opera omnia di fante che tra l'anno scorso e quest'anno ho letto e talvolta riletto; inciucio di travaglio; mr sammler's planet di saul bellow
escluso invece, per manifesta inferiorità, la possibilità di un'isola di houellbecq

luciano l.

--
Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

18.12.05

I migliori libri letti nel 2005 - Mauro A.

i tre libri che scelgo sono:
-Paul Auster, Follie di Brooklin
(è l'Auster che preferisco, quello di Smoke per capirci)

-Carofiglio, Testimone inconsapevole ma anche A occhi chiusi. Un successone: quest'estate a Sestri Levante tutti leggevano Carofiglio. Grazie ad Anna R. che lo ha consigliato

-G.Zagrebelski, Imparare la democrazia. In questa fase confusa un punto di riferimento autorevole per chi è ancora capace di indignarsi. Ricorda per chiarezza e sostanza delle argomentazioni il grande Norberto Bobbio.

mauro a.

per quanto riguarda un possibile proseguimento della discussione su Giorello proporrei:
_Cacciari-Martini, Dialogo sulla solidarietà

_Onfray, Trattato di ateologia

_Martini-Eco, In cosa crede chi non crede?

----
Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

I migliori libri (letti nel) 2005 - Stefano L.: Banks, Lee Master, Cobain

Ciao a tutti,ecco i miei 3 libri:
1) TORMENTA di Russell Banks. Una mazzata incredibile! La storia di due fratelli e del loro rapporto col padre.Nessun lieto fine o falsa consolazione.Un libro pieno d'odio e d'amore.La realtà,niente altro che la realtà.
2) I DIARI di Kurt Cobain. I pensieri di un ragazzo intelligente,sensibile e pieno di talento.Bisognava proteggerlo di più.
3) ANTOLOGIA DI SPOON RIVER. Tutti questi morti alla fine che cosa ci dicono? Che dobbiamo rischiare,osare di più!

Vorrei proporre TORMENTA come nuovo libro da leggere per gdl
Ciao Stefano

Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

I migliori libri letti nel 2005 - Anna R.: Striano, Hegi, Millas, Coe, Hornby

Cari amici del gdl,
sulla scia del senso di colpa evocato dalla nota di Luigi, ecco i miei libri del 2005:
- E.Striano Il resto di niente
- U. Hegi Come pietre nel fiume
- J. Millas L'ordine alfabetico
- J. Coe Circolo chiuso
Dimenticavo: ho apprezzato anch'io N. Hornby "Non buttiamoci giù".
Buone feste a tutti
Anna

Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

15.12.05

Giorello, Di nessuna chiesa. Un po' di appunti dalla discussione di giovedì 14 gennaio


Hermenutics
Originally uploaded by mdshivers.
_UNO_
Giulio Giorello, Di nessuna chiesa. Raffaello Cortina
Cominciamo con una questione su cui un po' tutti eravamo d'accordo. Il libro - più o meno condiviso nelle tesi di fondo (il + o - riguarda alcuni distinguo su passaggi però molto importanti, sui quali torniamo) - mostra tutte le caratteristiche di un "instant book": qualche accenno di troppo alle vicende di questi mesi; ma soprattutto, insufficiente spiegazione di alcuni concetti fondamentali, il che, in alcuni casi, rende i passaggi non proprio chiarissimi.
Per esempio, i brevissimi cenni al "piagnisteo" (le virgolette sono fi Giorello e il riferimento è quasi sicuramente il libro di qualche anno fa scritto da Robert Hughes, La cultura del piagnisteo, Adelphi ) che dovrebbero introdurre la questione delle forme diciamo così "democratiche" di ricerca di principi assoluti, sono insufficienti per rendere abbastanza forte e evidente questo tema, decisamente importante.
Importante perché aiuterebbe molti a non vedere solo nelle chiese vere e proprie il tarlo della voglia di valori supremi o di fedi "nel cui nome dal sfogo alla 'testarda smania di proibire'"; tarlo che tanto male a fatto anche fra chi si è sempre vantato di essere ateo.
Insomma era questa un'occasione per gridare forte che si può finire dentro le chiese anche quando si crede di averle abbandonate, quelle parrocchiali e quelle del Partito.

Inoltre, le citazioni di altri autori con cui Giorello argomenta sono troppo lunghe se confrontate con le righe dedicate complessivamente a quel tema (questa osservazione la dobbiamo a Ilaria): quindi le citazioni non aiutano nella comprensione, a volte complicano tutta la faccenda.
Insomma, un testo che non è abbastanza divulgativo per essere un pamphlet e non è sufficientemente articolato per essere un vero saggio. Marilena suggerisce addirittura che si intraveda un lavoro frettoloso per rimaneggiare semplici appunti e arrivare alla rapida pubblicazione di un libro.

Per adesso mi fermo, nel prossimo provo ad affrontare un paio di punti controversi.
Naturalmente darei un bacio in fronte a chi volesse contribuire con pensieri e altro alla ricostruzione della discussione.
O a chi volesse dire la sua pur non avendo partecipato al Gruppo di lettura
_L

---
Questo è uno spazio aperto. Scrivete!! gruppodilettura@gmail.com
Tags, a proposito di:

14.12.05

Libri, i migliori letti nel 2005 - La scelta di Chiara P.


Book Reading
Originally uploaded by moonpointer 1.
Ciao compagni di lettura lontani, vi invio da simpatizzante i miei migliori libri del 2005:
1) Wanda Tommasi. La scrittura del deserto. Napoli, Liguori, 2004
La capacità di restare accanto al negativo, la malinconia come sorgente della creatività nella scrittura femminile. Molto interessante.
2) Chaim Potok. La scelta di Reuven. Milano, Garzanti,1987
Scrittore ebreo americano, ambientazione nell'ortodossia ebraica. Romanzo di formazione. Conflitto tra una lettura letterale o interpretativa dei testi sacri come scelta di libertà intellettuale.
Buona fine d'anno.
Chiara P. -bibliotecaria. Vicenza
---
Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

Libri, consigli di fine 2005 - La scelta di Umberto T.


candle reading
Originally uploaded by mistubako.
Non faccio parte del gruppo di lettura, sono un simpatizzante.
Suggerisco
_"Mille anni di storia - Dalla città medievale all'unità dell'Europa" di Rosario Villari ed. Laterza, 2000 (io ho l'edizione di un Club, Mondolibri, che ha pubblicato il libro su licenza dell'editore).
La tesi, implicita nel titolo, è che si può parlare di Europa (non come idea politica, ma come di un territorio dotato di identità -per la cultura comune, per la diffusione continuativa degli scambi commerciali) solo a partire dalla ricostruzione (o dalla costruzione ex novo) delle città (in Italia i Comuni), che ruppero le consuetudini rigidamente feudali scegliendo statuti di carattere democratico, anche se, per lo più, non allargati a tutti. Un aspetto che mi pare particolarmente interessante nel racconto di Villari è la crescita del Papato come potere politico e temporale, giungendo alla concezione della teocrazia "secondo la quale la società cristiana doveva darsi una organizzazione politica unitaria, con i poteri disposti gerarchicamente e convergenti verso l'autorità suprema del pontefice romano" (pag 66-67).
Complimenti per il sito
Umberto T.
Tags, a proposito di:

Libri dell'anno 2005 - Le scelte di Vera

I mie libro dell'anno sono
_Nick Hornby, Non buttiamoci giù, Ed. Guanda

Piergiorgio Odifreddi, Un matematico impertinente, ed. Laterza
a volte esagera con il suo anticlericalismo, ma comunque è divertente e intelligente. ciao
Vera

13.12.05

Libri dell'anno 2005. Le scelte di Claudia D.: Vonnegut, Foster Wallace, Eugenides


A man is reading on his bicycle
Originally uploaded by redredpei.
_Kurt Vonnegut - Vintage;
anche un libro a caso, ma rigorosamente in lingua originale, stile, ironia, spunti di riflessione, trafamaldoriani di tutto il mondo...
_David Foster Wallace "the Broom of the System" - Penguin Books -
giovane e di culto.
Rimettiamoci a studiare Wittgenstein... Non si sa mai!
E dulcis in fundo
Il grande _Eugenides, di Middlesex - Bloomsbury -
ma perché non ne scrive un altro???????
Claudia

Libri dell'anno 2005 - Le scelte di Alessandra M.: Bourdouxhe, Niffenegger, Castoldi

ecco i titoli che mi son piaciuti di più nel 2005:

- "La donna di Gilles" di Madeleine Bourdouxhe, edito da Adelphi
Scrittrice francese di matrice esistenzialista, apprezzata da Simone de Beauvoir, che affronta in una breve intensa novella il dramma dell'amore non ricambiato con uno stile asciutto e diretto. Catartico.
- "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo" di Audrey Niffenegger, edito da Mondadori.
Romanzone d'amore scritto a due voci e in tempi diversi (= i viaggi nel tempo del co-protagonista) che affronta l'amore visto dal punto di vista dell'attesa che qualcosa accada, dell'imprevedibilità e fragilità dei rapporti d'amore. Coinvolgente.
Infine un saggio:
- "Meglio sole" di Ivana Castoldi, edito da Feltrinelli.
Un libro scritto da una psicoterapeuta rivolto alle donne, che desiderano recuperare la propria autonomia (sentimentale e di testa).
Magari, ci si avvicina ad esso dopo una separazione o un abbandono, ma andando avanti nella lettura, ci si rende conto che il libro aiuta veramente a trovare quella capacità insita in ognuno di noi di riprendere le fila della propria vita autonoma e andare avanti.
Con energia. Illuminante.

Alessandra

12.12.05

Libri dell'anno 2005 - Le scelte di Michela S.: Eugenides, Lafon, Wilde


DSC_6590
Originally uploaded by gordyshannon.
_Jeffrey Eugenides, Middlesex, Mondadori
Bello bellissimo. Anche se secondo me scade un po' nell'ultima parte
_Lola Lafon, Resterò in piedi e non avrò paura, Piemme
Dalla Romania di Ceausescu alla Parigi dei black block. Molto autobiografico
_Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, Penguin
ciao,
michela

I Libri dell'anno - Le scelte di Giulia S.: Franzen, Sebold, Towes

Difficile scegliere.... ma i 3 libri più belli che ho letto quest'anno sono:

_Le correzioni, Jonathan Franzen, ed. Einaudi
"Quando un lettore ha esaurito le parole, ha chiuso il libro e lo ha riposto nello scaffale, continuano ad agire in lui le inquietudini, i dubbi, i pensieri, le prospettive, le immaginazioni, i turbamenti trasmessi dalla lettura del libro. Se questo non avviene, lo scrittore ha fallito il suo scopo" (Luigi Malerba). Forse il libro letto quest'anno in cui, di più, lo scrittore ha raggiunto lo scopo indicato da Malerba.

_Amabili resti, Alice Sebold, ed. e/o
"Voglio restare stupita e farmi portare lontano". Basta questa frase di Miriam Toews per descrivere questo fantastico romanzo...

_Un complicato atto d'amore, Miriam Toews, ed. Adelphi
Commovente, spiritoso, arguto, dolce, ironico, penetrante. E soprattutto scritto bene.
Ciao,
Giulia

Libri dell'anno - le scelte di Roberto C.: Marias, Gogol, Simenon

1) "Un cuore così bianco" di Javier Marias
Lo stile ipnotico e coinvolgente dell'autore madrileno al servizio di una storia basata sull'ambiguo legame fra verità e menzogna; fra ciò che è segreto e (la necessità del) suo svelamento. "Le mie mani sono come le tue, ma ho vergogna di avere un cuore così bianco"

2) "Le veglie alla fattoria presso Dikan'ka" di Nikolaj Gogol'
Gli angeli e i demoni ad alta gradazione alcoolica della tradizione ucraina rivisti dalla penna del maestro: il risultato è una serie di bozzetti coloratissimi, folli, irresistibili. "Le anime morte" con un surplus di spontaneità.

3) "Luci nella notte" di Georges Simenon
Discesa nell'inconsapevolezza e nella catastrofe prima del ritorno alla luce, per un Simenon insolitamente on the road e insospettabilmente a lieto fine.

11.12.05

La misteriosa fiamma della regina Loana, la memoria semantica, quella emotiva e il gruppo di Lettura

more_used_booksAltri libri usati, Milano
Leggo in questi giorni La meravigliosa fiamma della regina Loana di Umberto Eco. E mi chiedo se a volte il lettore che è in noi non finisca anche lui, come Yambo, il protagonista di questo romanzo, per perdere la memoria episodica o autobiografica e emotiva e diventi tutt'uno con la sua memoria semantica: cioé la memoria pubblica, quella che arriva dalle letture, dalle storie che sono un "bene pubblico" e che sappiamo anche se non le abbiamo lette; dalle memorie che arrivano dai film visti.
D'altra parte, mi sembra che alcuni dei momenti migliori dell'esperienza del Gruppo di lettura ci aiutino per così dire a recuperare la memoria emotiva e personale e a metterla in comunicazione con la memoria delle letture, in un corto circuito proficuo, soprattutto se e quando riusciamo a comunicarlo. E questo richiama il problema del Gruppo di Lettura come esperienza, soprattutto, di comunicazione.
_L

8.12.05

I tre libri del 2005 - Luigi: Dickens, Gary, Kundera

walking with mom, ile de re
I miei tre libri dell'anno sono stati:
( basta che siano stati letti quest'anno, non importa quando sono usciti)
_Romain Gary, La vita davanti a sé, Neri Pozza
Un bambino arabo (figlio di una prostituta) allevato da una ex prostituta ebrea nel quartiere multirazziale di Belleville a Parigi negli anni settanta; un libro uscito nel 1976 con una scrittura mozzafiato che anticipa quasi tutti i temi attuali dell'incontro-scontro fra culture. Le ultime trenta pagine sono da antologia.
_Charles Dickens, Casa desolata, Einaudi
Un Dickens vulcanico con famiglie nobili in decadenza, la Londra piena di fango e fumo dei quartieri poveri, I tribunali dalla cause interminabili, ex marinai divenuti scrivani, personaggi che si dissolvono in un'autocombustione da brividi (queste pagine sono indimenticabili), i figli illegittimi e tutto il resto.
_Milan Kundera, I testamenti traditi, Adelphi; Il sipario, Adelphi; due libri per un solo discorso: la forza della letteratura è la forza della vita. (uno dei due è stato anche un gdl)

Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com

6.12.05

"Il maestro e Margherita" - impressioni nuovo gruppo- di Ilaria


M. Bulgakov - Maestro y Margarita
Originally uploaded by emkei.
“(…)Hai pronunciato le tue parole come se tu non conoscessi l’esistenza delle ombre, e neppure del male. Non vorresti avere la bontà di riflettere sulla questione: che cosa farebbe il tuo bene se non esistesse il male? E come apparirebbe la terra se ne sparissero le ombre? Le ombre provengono dagli uomini e dalle cose. Ecco l’ombra della mia spada. Ma ci sono le ombre degli alberi e degli esseri viventi. Vuoi forse scorticare tutto il globo terrestre, portandogli via tutti gli alberi e tutto quanto c’è di vivo per il tuo capriccio di goderti la luce nuda? Sei sciocco.(…)” ( M. Bulgakov “Il maestro e Margherita”)
Ecco le parole che Woland (Satana) dice a Levi Matteo verso la fine della storia… e che, secondo me, oltre ad essere più che mai attuali, sintetizzano la visione di bene e male che traspare dal libro.
Il gruppo di lettura su “Il maestro e Margherita” del giovedì appena passato è stato molto interessante, nonostante un po’ di imbarazzo generale dato dal fatto che molte persone erano del tutto nuove.
La sensazione che ho avuto alla fine è che fosse davvero impossibile riuscire a parlare di tutte le tematiche contenute in questo libro in poco tempo (ma anche in tanto tempo in realtà). La confusione mentale in cui ci lascia la lettura, rende confusionaria anche l’espressione delle emozioni che suscita. L’idea che sia un libro difficile da etichettare, che ha mille chiavi di lettura e che se si legesse 50 volte si troverebbero sempre cose nuove è stata confermata dalla discussione fatta.
A me personalmente è piaciuto molto e lo consiglio a tutti, la maggioranza dei presenti erano della mia stessa idea, non per tutti è stato così però. Mi pare che la costante, per quelli a cui non è piaciuto, fosse che era troppo distante dalla realtà, troppo esagerato…come dargli torto, d’altra parte!
Non voglio raccontare niente di più al proposito perché non voglio rovinare la sorpresa per i potenziali lettori.
E’ stato deciso il nuovo libro per il prossimo gruppo, su proposta di Martina, si leggerà “L’isola di Arturo” di Elsa Morante. La data indicativa per questo incontro è il 19 gennaio 2006, mi pare un buon modo per iniziare il nuovo anno di lettura!
Le copie del libro saranno a disposizione in biblioteca a breve.
Ilaria.

5.12.05

Leggere, come leggere, cosa leggere - msg di Maria Elena

Allora:
1. c'è chi legge in compagnia, davanti a un libro sfogliabile con le mani, e di fronte/accanto/nei pressi di persone concretamente visibili;
2. c'è chi ama scrivere e scrive dappertutto: nel web, sui muri, sui mouse-pad (a proposito: che bella idea farli di fogli staccabili! Così si possono prendere appunti), sugli zaini, sulle ingessature, sui treni;
3. c'è chi comunica prevalentemente con/attraverso i forum/le emailS/i commenti ai blogS.
Ed io?
Io leggo solo
1. Gialli Mondadori
2. i libri della Danila Comastri Montanari (evviva Publio Aurelio Stazio)(anche se è un tantino maschilista)
E poi, e poi, e poi... scrivo, /scrivo, e ho molte altre virtù / non son più, cipressetti, un birichino / e sassi in specie non ne tiro più / e massime alle piante/.
Maria Elena
Biblioteca comunale Passerini Landi
Piacenza
http://leggendoleggendo.blogspot.com

Libri dell'anno secondo il gruppo di lettura. VOTATE!!!

lo spazio per i libri
Amic* del gruppo di lettura,
eccoci al momento di nominare i nostri libri dell'anno.
Le regole sono sempre le stesse: indicare massimo tre libri, *letti durante il 2005*, che ciascuno di noi giudica i più notevoli. Due righe di motivazione stanno sempre bene.
Votate numerosi!! gruppodilettura@gmail.com
_L

Questi signori di CL - Di Stefano L.

Ciao a tutti,
riguardo l'intervento di Ilaria volevo dire un paio di cose. Non entro nel merito del discorso religioso perchè so poco o niente della questione.Ma mi ricordo benissimo ai tempi della scuola quei figli di papà di C.L. che volevano sempre spiegarmi quello che era giusto e quello che era sbagliato e mi volevano "aiutare" a trovare la strada giusta:cioè la loro! Erano degli arroganti,dei presuntuosi,tutti figli di avvocati e liberi professionisti,senza nessuna difficoltà materiale,avevano tutti bei vestiti firmati e modi molto sicuri di sè. Sicuramente oggi hanno tutti lavori molto ben pagati,belle case e possono continuare a permettersi di avere un atteggiamento molto indulgente nei nostri confronti che magari facciamo più fatica e siamo pieni di dubbi.Borghesia,sempre e solo borghesia!. Ma come mai nei posti di lavoro di livello impiegatizio-operaio io non ho più trovato questi signori di C.L.? Loro stanno negli alti livelli e giudicano,giudicano,giudicano ma lo fanno con tanta comprensione e indulgenza verso di noi che ancora non c'abbiamo capito un bel niente!
Ciao a tutti Stefano

--
Scrivete al Gruppo di lettura!! gruppodilettura@gmail.com

Leggere insieme è un atto di civiltà - msg di Bianca V.


Reading the Koran
Originally uploaded by pedrosimoes7.
così afferma il gruppo di lettori o più precisamente l'associazione di lettori bolognesi, La Bottega dell'Elefante, coordinata da Paolo Bollini. E' attiva dal 2001 e ha un appuntamento fisso ogni Lunedì sera per leggere insieme testi a tema o letterari.
OIeri ha organizzato una maratona di letture al centro Ipercoop Lame a Bologna: "Cento letture" sul tema del viaggio. Ha un sito web: www.labottegadell'elefante.it .
un saluto da Bianca V.

Re: Laici, stato, chiesa, ipocrisia - msg (risposta) di Ilaria

Cara Adele,
hai fatto molto bene a scrivere quello che pensavi e sono contenta che il mio intervento abbia scatenato un minidibattito virtuale.
Mi sono permessa di definire ipocriti Comunione e Liberazione e il Movimento per la vita perchè sono arcistufa del fatto che loro possono permettersi di dire qualunque nefandezza (tanto Dio è con loro), invece quelli che muovono critiche a questi movimenti sono sempre degli atei cattivoni che vivono nel peccato e chissà, si dice in giro, che mangino anche i bambini! Oh, ma chi sono questi? Degli intoccabili?
Con ciò non intendo certo dire che ogni singolo membro di questi movimenti agisca in malafede, sicuramente ci saranno persone molto valide anche qui, non lo escludo affatto. La mia critica è rivolta a ciò che questi movimenti fanno trasparire da se in generale…quando si è parte di una associazione, d’altra parte, si accetta in qualche modo, di essere considerati come un tutt’uno… Non mi interessa, poi, se quelli che fanno parte di questi movimenti siano medici, professori, giornalisti o politici...il fatto che abbiano una cultura e che sappiano fare il loro lavoro non li autorizza a credersi superiori agli altri nelle questioni morali ed etiche. Non sopporto le persone che, su queste tematiche, hanno sempre la verità in tasca. Io non critico i loro ideali, la loro fede, il loro concetto di morale; critico il modo in cui vogliono imporre le loro decisioni nella mia vita e in quella di tutti, il modo in cui trattano le opinioni di quelli che non fanno parte della loro lobby.
Vorrei aggiungere che le mie critiche non sono pregiudizievoli perché parlo dopo aver ascoltato dibattiti e notizie, letto articoli, parlato con persone che ne fanno parte o che avevano avuto contatti con questi movimenti….
a Milano (in generale in Lombardia) CL è molto presente, soprattutto nelle università, quindi so quello che dico! Come vedi, ho tratto le mie conclusioni dopo aver avuto delle esperienze. Non per questo credo che le mie conclusioni debbano essere condivise da tutti, esprimono semplicemente il mio pensiero, se avessi motivo di sentirmi in errore certamente non farei fatica ad ammetterlo.
Sul loro “spirito veramente cristiano” e sulla loro “partecipazione attiva nel sociale” permettimi di dubitare…è spirito veramente cristiano voler privatizzare le scuole e la sanità in modo che solo quelli che hanno i soldi potranno usufruirne al meglio? È veramente cristiano pensare di essere infallibili e pensare di essere sempre dalla parte della ragione? E’ cristiano pensare che la propria cultura sia sempre e comunque migliore delle altre e che il sano mescolarsi delle etnie sia un pericolo? E’ cristiano dire nel 2005 di non usare metodi anticoncezionali come il preservativo quando c’è la gente che muore di AIDS? Forse io avrò un’idea poco ortodossa di cosa sia cristiano e forse dovrei leggere in modo approfondito la Bibbia e i Vangeli, ma da quello che ho studiato finora non mi pare proprio che dicano queste cose e mi pare me lo confermino proprio i preti che si raccontano nell’articolo di MicroMega.
Insomma libertà di opinione per loro, per me, per tutti, MAI imposizione nella vita degli altri delle proprie convinzioni morali. La morale e l’etica sono cose molto personali che ognuno, nei limiti delle leggi, deve potersi gestire da solo.
Grazie ancora per aver dato la possibilità, con una critica, di poter continuare il dibattito.
Ilaria.

Re: Laici, chiesa ecc - msg di Francesca

Saluti a tutti
in effetti anche io, seppur da agnostica, ho trovato quell'"ipocriti" fuori luogo. Le cose andrebbero spiegate con più precisione e con modi possibilmente non offensivi.
Poi, anche se non ho letto l'articolo, credo che potrei condividerne molte cose.
Francesca

Tags, a proposito di:

Re: Stato e chiesa su Micromega - msg di Adele

Cara Ilaria,
non avevo letto il tuo intervento sul blog, l'ho visto solo oggi.
Non entro nel merito della discussione Stato, Chiesa, laicismo o laicita' ecc. ecc. anche se mi interessa molto, ma sento di non avere strumenti e mezzi per giudicare, mi limito ad informarmi, per il momento.
Voglio pero' intervenire sulla tematica da te rilanciata e cioe' quella di una auspicata pluralita' di voci e interventi all'interno di questo dibattito affinche' tutti possano farsi una idea equilibrata e senza ipocrisie su quell' importante momento della vita privata e pubblica che e' la religione, la fede ecc.. Tanto piu' ai giorni nostri, per vari motivi.
Questo e' anche il mio auspicio, naturalmente, ma finche' qualcuno si permettera' di definire ipocriti dei movimenti al cui interno affluiscono persone, professionisti, medici che, con un credo e uno spirito veramente cristiano ne fanno una partecipazione attiva anche nel sociale, beh, credimi Ilaria ho seri dubbi che qualsiasi tipo di dialogo possa anche solo iniziare.
Preciso che io non aderisco a nessun movimento o gruppo, ne' politico ne' religioso, non sono praticante sono sempre stata anticlericale convinta e non so come sono messa con Dio.
Ma mi sono permessa di scriverti questo messaggio perche' penso che il pregiudizio, l'intolleranza e la scarsa propensione ad ascoltare gli altri sono cosi' insiti in noi che spesso non ci accorgiamo che ne siamo in prima persona noi,.....portatori sani. Parlo anche per me, naturalmente.
Scusami se il tono ti sembra un po' da maestrina ma e' solo quello che penso.
Con simpatia, Adele

2.12.05

Esecuzione capitale # MILLE negli Stati Uniti

Boyd
Forse non sembra una questione legata alla lettura; ma visto che ha a che fare con la civiltà, lo ricordiamo lo stesso: quella di Kenneth Lee Boyd è stata l'esecuzione numero 1000 (mille) negli Stati Uniti da quando la pena di morta è stata ripristinata nel 1976. (nella foto Kenneth Lee Boyd in carcere nel North Carolina).
Sempre ieri è stata eseguita a Singapore la condanna a morte di Nguyen Tuong Van, un cittadino australiano di origini vietnamite.

Lettori e letture

Parlare di libri
"Parlate parlate, qualcosa resterà, I festival della letteratura e la lettura di libri" è il convegno organizzato dal Giornale della libreria nell'ambito della Fiera "Più libri più liberi" che si svolgerà a Roma dall'8 all'11 dicembre. Il che potrebbe anche andare bene per i Gruppi di lettura che in fondo sono occasioni meno formali proprio per parlare - in molti modi, dei libri.

Un censimento della promozione della lettura in Italia
Nell'ambito della manifestazione di Roma verrà anche presentata un'indagine della Swg che ha tra l'altro censito le iniziative di promozione della lettura in Italia nel 2004-2005. In base alla rilevazione dell'Ufficio studi AIE queste iniziative sarebbero 193, organizzate da soggetti istituzionali o privati diversi.
L'idea è quella di costruire, come spiega l'Ansa, "un banca dati on line in cui editori, librai, biblioteche, soggetti pubblici locali e nazionali potranno inserire le iniziative e sapere cosa si fa in Italia, chi sono i soggetti istituzionali piu' attivi, dove sono buchi e smagliature da riparare, con chi prendere contatti per far viaggiare un'iniziativa che piace o per proporla ad altri. Una vera e propria bacheca di annunci e di servizio per editori, librerie, biblioteche, assessorati a comuni province e regioni e per la stessa amministrazione centrale dello Stato".
Come quasi sempre, fra i soggetti attivi citati mancano proprio i *lettori* auto-organizzati. Soggetto esistente ma che forse deve cominciare a comunicare di più. ;-)

Tags, a proposito di:

1.12.05

Bulgakov, Il maestro e Margherita, questa sera la riunione del gruppo di lettura di Cologno


M. Bulgakov - Maestro y Margarita
Originally uploaded by emkei.
Alle 21 in biblioteca a Cologno Monzese, la riunione del Gruppo di lettura dedicata al meraviglioso libro di Michail Bulgakov, Il Maestro e Margherita. La biblioteca di Cologno è in piazza Mentana.

gruppodilettura@gmail.com
INCONTRO NAZIONALE
DEI GRUPPI DI LETTURA,
30 settembre Arco di Trento

Prossimi appuntamenti GDL
I consigli di lettura per l'estate
I libri che abbiamo letto
Google
Web gruppodilettura




Subscribe in Bloglines

il blog del Gdl via email

Grazie a FeedBurner


Home page



Il sito della Biblioteca di Cologno Monzese
Il sito della Biblioteca di Cervia
Il forum dei lettori della biblioteca di Cologno
Associazione amici della biblioteca di Cologno

QUEL CHE FANNO GLI ALTRI
Libridine, gruppo italiano on line
Gruppo di lettura, a Cervia
+Il gruppo di lettura della Biblioteca Provinciale "A. C. De Meis" di Chieti
Gruppo di lettura "Tra le righe", a Reggio Emilia
Leggendo Leggendo, gruppo di lettura a Piacenza
Scuola Blog, Piacenza
Gruppo di lettura a Trento
Il GdL della Biblioteca di Melegnano
Il GdL della Biblioteca di Segrate
"Luogo Comune", il GdL di Vignate
Il GdL della Biblioteca di Novate Milanese
"Il salotto della poesia", il GdL della Biblioteca comunale di Arese
BombaCarta
Blottagono
Blog dei circoli di lettura
Il Gruppo di lettura di Rozzano (MI)
Lettori accaniti
Bookclub, Roma
Lanternati
Il gruppo di lettura del Guardian
I gruppi del New York Times
ALTRI BLOG
Il blog di Biblaria
Fogliedivite
Letture e riletture
Romanzieri.com
Il comodino del piacentino
Popinga
Marchitelli
Letturalenta
Cazzeggi letterari
Giulio Mozzi
Diritto e cultura
Booksblog
RedazioneVoland
Il blog di Grazia
The tentacle and the city
Arci bookcrossing, Torino
Alcuni autori di cui ci siamo occupati
Paul Auster
Camilla Baresani
Walter Benjamin
Miguel Benasayag
Erri De Luca
Jonathan Franzen
Paul Ginsborg
Milan Kundera
Nicolaj Leskov
Marco Lodoli
Antonio Munoz Molina
Vladimir Nabokov
Laura Pariani
Nuto Revelli
Lev Tolstoj
J. Saramago
W.G. Sebald

  • Google
  • Wikipedia
  • Firefox


  • Creative Commons License
  • I contenuti di _Gruppo di Lettura sono regolati da una licenza Creative Commons.
  • __FEED ATOM

  • Technorati Profile