www.flickr.com
photos in People reading- Comment as many as you add
IL BLOG DEL GRUPPO DI LETTURA HA CAMBIATO CASA; IL NUOVO INDIRIZZO è http://gruppodilettura.wordpress.com/

« Home | I libri migliori letti nel 2005 - Ilaria: Fajardo,... » | I migliori libri letti nel 2005; Aldo M.: Ginsborg... » | Leggiamo Pasolini? » | I Libri migliori letti nel 2005 - Brunella, Gruppo... » | Anni settanta e anni ottanta, cosa avvenne? » | Il libro dipinto - di Giulia » | 1980, fine dei movimenti, e il cambio di prospetti... » | I migliori libri letti nel 2005; Marta: Salinas, C... » | I migliori libri letti nel 2005; Perezoso: Palahni... » | I libri più belli letti nel 2005 - Carlotta: Boll,... »

Scienza e fede: alcune idee da Raimon Panikkar

Car* amic*
La Repubblica di sabato 7 gennaio 2006, nell'apertura dell'Almanacco dei Libri, aveva un'intervista a *Raimon Panikkar*, uno studioso spagnolo/indiano (rispettivamente, madre e padre) di religioni e dei rapporti fra queste, oltre che delle relazioni fra fede e scienza. Molti dei temi affrontati da Panikkar e accennati nell'intervista riguardano gli snodi delle argomentazioni di Giulio Giorello in "Di nessuna fede" e della nostra discussione a riguardo.


own little world
Originally uploaded by DeeperSea.
Panikkar ha pubblicato nel 2005 un libro (La porta stretta della conoscenza, Rizzoli), nel quale sottolinea come la "moderna religione civile" dell'occidente ha finito con il sacralizzare la scienza e la tecnologia e indica la necessità di riportarle entro confini che ne evitino le pretese di assoluto.
In particolare, mi pare che le riflessioni di Panikkar possano fare da contrappunto a quelle di *Giorello*, completandole. In fondo, con toni e focalizzazioni differenti, anche in questo caso siamo davanti all'affermazione dell'importanza del sapere *relativo* e della consapevolezza della sua relatività: il solo atteggiamento che non preveda e rischi l'assolutezza. Solo che, come abbiamo notato, Giorello tendeva a sottovalutare le derive della scienza alla ricerca dell'assoluto.

Assolutezza spesso presente "nel pensiero strumentale", ci dice Panikkar, e nella tentazione della scienza di "ridurre tutto a esperimento", [...] perché non c'è un solo modo per avvicinarsi alla verità. [...] Siamo talmente abituati al dominio della tecnica scientifica, da considerarla lo strumento principe per comprendere la vita umana. Ma non è così."
E ancora: "Bisogna liberarsi dall'ossessione dei perché, e dall'idea che esista una causa finale. La ragione se è presa in senso assoluto toglie la libertà". Panikkar ricorda però che questa necessità di porsi dei perché è un'ossessione solo se riguarda le cause ultime: "sono le azioni ultime, come l'amore autentico, che si fanno senza un perché".

E ancora: "l'occidente ha creduto che passando dal mito al logos acquisisse una forma di conoscenza superiore. In realtà non si è accorto che ha solo *mitizzato la ragione*. Bisogna decostruire le proprie *certezze*. Sapendo che le nostre conoscenze sono relative".
Pannikar, d'altra parte, distingue fra fede e credenza; ogni uomo ha fede, dice. "E' consapevole di non sapere tutto, sa che davanti a lui c'è l'ignoto. Non capisce il mistero ma ne è profondamente consapevole. E questa consapevolezza è la descrizione fenomenologica della fede". La credenza, invece, secondo Panikkar, "è l'interpretazione culturalmente, psicologicamente e personalmente condizionata della nostra apertura al mistero". Il guaio, aggiunge poi, è che se io identifico la mia fede con la mia credenza allora divento fanatico. Di qui le crociate, l'inquisizione, l'intolleranza, l'assolutismo. Detto in modo filosofico, la fede non ha oggetto".
E si potrebbe continuare. Qui comunque trovate un elenco dei libri pubblicati da Panikkar in italiano.
ciao a tutti e scusate la lunghezza

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

I have been looking for sites like this for a long time. Thank you! florida jacksonville rhinoplasty

Enjoyed a lot! »

Posta un commento

Links to this post

Crea un link

gruppodilettura@gmail.com
INCONTRO NAZIONALE
DEI GRUPPI DI LETTURA,
30 settembre Arco di Trento

Prossimi appuntamenti GDL
I consigli di lettura per l'estate
I libri che abbiamo letto

Ultimi post pubblicati

Google
Web gruppodilettura




Subscribe in Bloglines

il blog del Gdl via email

Grazie a FeedBurner


Home page



Il sito della Biblioteca di Cologno Monzese
Il sito della Biblioteca di Cervia
Il forum dei lettori della biblioteca di Cologno
Associazione amici della biblioteca di Cologno

QUEL CHE FANNO GLI ALTRI
Libridine, gruppo italiano on line
Gruppo di lettura, a Cervia
+Il gruppo di lettura della Biblioteca Provinciale "A. C. De Meis" di Chieti
Gruppo di lettura "Tra le righe", a Reggio Emilia
Leggendo Leggendo, gruppo di lettura a Piacenza
Scuola Blog, Piacenza
Gruppo di lettura a Trento
Il GdL della Biblioteca di Melegnano
Il GdL della Biblioteca di Segrate
"Luogo Comune", il GdL di Vignate
Il GdL della Biblioteca di Novate Milanese
"Il salotto della poesia", il GdL della Biblioteca comunale di Arese
BombaCarta
Blottagono
Blog dei circoli di lettura
Il Gruppo di lettura di Rozzano (MI)
Lettori accaniti
Bookclub, Roma
Lanternati
Il gruppo di lettura del Guardian
I gruppi del New York Times
ALTRI BLOG
Il blog di Biblaria
Fogliedivite
Letture e riletture
Romanzieri.com
Il comodino del piacentino
Popinga
Marchitelli
Letturalenta
Cazzeggi letterari
Giulio Mozzi
Diritto e cultura
Booksblog
RedazioneVoland
Il blog di Grazia
The tentacle and the city
Arci bookcrossing, Torino
Alcuni autori di cui ci siamo occupati
Paul Auster
Camilla Baresani
Walter Benjamin
Miguel Benasayag
Erri De Luca
Jonathan Franzen
Paul Ginsborg
Milan Kundera
Nicolaj Leskov
Marco Lodoli
Antonio Munoz Molina
Vladimir Nabokov
Laura Pariani
Nuto Revelli
Lev Tolstoj
J. Saramago
W.G. Sebald

  • Google
  • Wikipedia
  • Firefox


  • Creative Commons License
  • I contenuti di _Gruppo di Lettura sono regolati da una licenza Creative Commons.
  • __FEED ATOM

  • Technorati Profile