www.flickr.com
photos in People reading- Comment as many as you add
IL BLOG DEL GRUPPO DI LETTURA HA CAMBIATO CASA; IL NUOVO INDIRIZZO è http://gruppodilettura.wordpress.com/

28.2.06

Un nuovo gruppo di lettura a Castel San Pietro Terme (Bologna)

E' decollato un nuovo GDL presso la biblioteca di Castel San Pietro Terme BO, abbiamo parlato di "Cortesie per gli ospiti" di *Ian McEwan*.
Il libro, essendo al primo incontro era stato scelto dalla bibliotecaria (che lo promette non lo fara piu...). La storia, come si puo immaginare conoscendolo..., non ha scaldato i cuori, ma...va bene cosi....
Motivo di lunga e infruttuosa riflessione, e stato l'incipit di Adrienne Reich "Abitavamo due mondi / le figlie e le madri / nel regno dei figli"
Qualcuno ci ragguaglia....e ci illumina..ci terremmo molto! Grazie!
Per il prossimo incontro previsto per il 27 marzo abbiamo insieme scelto un classico della letteratura cilena "Il vecchio che leggeva romazi d'amore" di *Luis Sepulveda*.
I nostri cuori potranno riscaldarsi...


reading, originally uploaded by ichabod2.

Ringrazio Bianca V. della biblioteca di Cervia per l'appoggio e il sostegno morale che e fondamentale, e i bibliotecari di Cologno M. per la loro disseminazione capillare e ..convincente, in giro per l'Italia (vedi Modena 2005).
Buone letture a tutti
dalla bibliotecaria di Castel S. Pietro terme Bo
_antonella a.
-------------------------------
Scrivete al Gruppo di lettura!! gruppodilettura@gmail.com
Tags, a proposito di:

Re: Che fine ha fatto il gruppo di lettura? - messaggio di Pino

credo sia giunto il momento di ripensarsi per raccogliere le energie rimaste; si debba ri-vedere la figura del lettore. La lettura si è concentrata sul genere letterario tradizionale (letteratura in genere). Neccessita creare lo sfondo in cui
si colloca l'attività di lettura. si è motivati se si è prossimi al luogo da cui nasce l'esperienza.la lettura non è solo un piacere, ma è un modo per comprendere il luogo dove ci troviamo e quello verso cui siamo destinati. suggerisco di vedere la letteratura come apertura a continui rimandi e a differenti ricombinazioni dei generi.una sorta di trama individuale e collettiva.

Pino

_Che fine ha fatto il gruppo di lettura?
--------------------
Scrivete al Gruppo di lettura!! gruppodilettura@gmail.com

Tags, a proposito di:

Che fine ha fatto il gruppo di lettura?

Amiche e amici,


cook with attitude !, originally uploaded by gaurang.

ormai dobbiamo dircelo apertamente: non solo l'esperimento di raccolta "elettronica" dei voti per la scelta dei prossimi libri da leggere sta fallendo miseramente - i votanti sono veramente pochi; pochissimi i voti in arrivo da chi non ha mai partecipato. Ma è l'intera attività del Gdl "storico" che sembra vacillare. Non ci sono segnali di *urgenza* di nuove letture. Le proposte è come se si fossero insabbiate per stanchezza. Ci vogliamo convocare e provare a *rilanciare* l'iniziativa?

Leggiamo dunque i libri usciti dalla votazione elettronica ma contestualmente alle riunioni di discussione di questi libri (o meglio ancora in una riunione prima, da convocare al più presto) incontriamoci per valutare le *ragioni di esistenza del gdl* e magari per portare idee e entusiasmi (anche organizzativi e di comunicazione) nuovi (coinvolgendo anche il gruppo dei "giovani" che mi sembra assai dinamico); oppure per dire apertamente che si va esaurendo una fase e che occorre ripensare il tutto.

Che ne dite?

_L
---------------------------------------------
Scrivete al Gruppo di lettura!! gruppodilettura@gmail.com
Tags, a proposito di:

27.2.06

Jay McInerney | The sound of sirens; anticipazioni dall'ultimo romanzo

Dal Guardian | The sound of sirens

In this exclusive extract from his new novel, set in the shadow of 9/11, Jay McInerney describes a day in the life of a prosperous publisher. Propelled by public tragedy into private crisis, he struggles to reconcile his desires with his responsiblities as New York smoulders
----
Scrivete al Gruppo di lettura!! gruppodilettura@gmail.com

Tags, a proposito di:

24.2.06

Un po' di foto dal mondo delle biblioteche e della lettura


she's a reader...two, originally uploaded by come-undone.


----------------------------------------------------------------


, originally uploaded by primarita.

Toronto



-----------------------------------------------


, originally uploaded by LiseMac.



--------------------------------------------


Reading on the floor, originally uploaded by stolenfrom_00.


-----------------------------------------


Seattle Library - The reading room, originally uploaded by nuncia.


-------------------------------------------------


Cerebral Supermarket, originally uploaded by Cattilicious.

The College of New Jersey academic library, Ewing, NJ. USA. February, 2006.


---------------------------------


library 002, originally uploaded by inn_nerd.

Winnipeg, Canada


-----------------------------------


Reading Room, British Museum, originally uploaded by tonyharrison.

London, England. www.britishmuseum.ac.uk
This amazing room contains thousands of historical books and is located right in the centre of the British Museum.


-------------------------------


stairs, originally uploaded by tom g..

british museum's library


----------------------------------
Scrivete al Gruppo di lettura!! gruppodilettura@gmail.com

Il futuro delle biblioteche e Internet

Guardian Unlimited Books | Libraries begin uncertain new chapter: "With internet companies such as Google becoming more involved in digitising content, what role does the public library have in today's web-driven society?"

23.2.06

Gruppo di lettura, contro le spiegazioni: lasciamo libera la storia

_ Il gruppo di lettura: comunicare l'esperienza di lettura come se raccontassimo una storia _

Piero Citati, su _ Repubblica _di oggi (23 febbraio 06), ci ricorda quanto siano fastidiosi i commenti e le *spiegazioni* dai quali veniamo sommersi quotidianamente. Hanno la capacità di farci annoiare e di allontanarci da eventi, prestazioni, forme d'arte che non hanno nessuna necessità di essere _spiegati_. Vale per una partita di calcio, per una gara alle Olimpiadi, ma vale anche (direi soprattutto) per un *romanzo*, un film, un'opera teatrale.


E vale, ne vevamo già parlato, anche per chi *racconta i libri che legge*, cosa che facciamo nel gruppo di lettura, in fondo. Raccontare non solo nel senso di esporre quel che c'è dentro il libro (cosa che si fa, per esempio nelle nostre maratone di racconti) ma soprattutto raccontare *l'esperienza personale* di lettura quel libro.

Del pericolo delle _ spiegazioni _ avevamo parlato un po' di mesi fa citando ill meraviglioso saggio di Walter Benjamin su Leskov. *Walter Benjamin*, "Il Narratore. Considerazioni sull'opera di Nicola Leskov". Il saggio è in _ Angelus Novus _, Einaudi.

Ecco cosa dice (tra l'altro) Benjamin in proposito:

E', infatti, già la metà dell'arte di narrare, lasciare libera una storia, nell'atto di riprodurla, da ogni sorta di spiegazioni. In ciò Leskov è maestro. Lo straordinario, il meraviglioso, è riferito con estrema precisione, ma il nesso psicologico degli eventi non è imposto al lettore. Che rimane libero di interpretare la cosa come preferisce; e con ciò il narrato acquista un'ampiezza di vibrazioni che manca _all'informazione_. - p. 253 (la mi vecchia edizione nella collana Nuova Universale Einaudi)

qui per vedere cosa si è detto in passato su Benjamin e il suo saggio su Leskov e su quanto ci riguardi e sia decisivo il fatto di *comunicare l'esperienza di lettura* come ragione d'essere del Gruppo di lettura.

Scusate la lunghezza ma mi preoccupa sempre il pericolo e il rischio di diventare _spiegatore_ di libri.

ciao ciao

_L
----------------------------------
Scrivete al Gruppo di lettura!! gruppodilettura@gmail.com
Tags, a proposito di:

leggere libri » Quando leggere è un vizio – Internazionale

leggere libri »: "Di Antonio Munõz Molina, tratto dal numero 629 di Internazionale, 17 febbraio 2006, pagg. 75-76
[…] Immersione, immergersi: c’è una grande poesia in alcune delle espressioni più comuni. Chi si immerge in un libro scende"...

leggere libri » Possedere libri…

leggere libri »: "Riprendo il discorso iniziato da luiginter sulla necessità o meno di possedere libri.
Dal mio punto di vista, sì, è necessario.
Ok, sono d’accordo che frequentando biblioteche si può trovare un’ampia scelta, senza spendere nulla. Spesso, poi, ci si imbatte anche qualcosa di particolare, volumi fuori catalogo o che nelle librerie non trovano posto per vari motivi. I libri delle biblioteche, inoltre, hanno quel fascino del vissuto che è intrigante e stimolante, a mio vedere.
Però… per me un libro è un oggetto di culto.
Spesso mi è"...

leggere libri » Ma è proprio necessario possedere i libri?

leggere libri » : "Ma è proprio necessario possedere i libri? Insomma, quando si fa un giro in biblioteca e si trova, facilmente, tutto quello che serve; e si trovano migliaia di stimoli a conoscere autori e romanzi e saggi, viene da dire che avere la casa piena di libri non sia necessario, o addirittura sia un eccesso, una specie di mania di esibizione e/o di possesso, quasi morboso, di oggetti che non usiamo e che, forse, useremo"...

leggere libri » Consigli per l’acquisto dei libri

leggere libri »: "Non acquistare libri per leggerli questa sera. Ma acquista solo quei libri che, anche questa sera, avresti voglia di sfogliare. A volte ho acquistato libri"...

20.2.06

Sentire e/è dire: Una biografia di Cervantes, da Bianca V., Gdl di Cervia

Cari amici,
vi raccomando di leggere o rileggere _ Bambini nel tempo _ di *Ian McEwan*; non dico niente di nuovo se dico che mi ha fatto scattare un senso di meraviglia che per me non è così frequente. Tralascio di aggiungere pareri personali in quanto credo che non saprei aggiungere nulla di originale...


Invece azzardo la raccomandazione per una novità, ma tale solo per i lettori italiano dal momento che per gli spagnoli non lo è più dal '93: si tratta di una biografia di *Cervantes*, l'ennesima sì, ma ho la sensazione che si distingua dalla moltitudine prodotta sia in ambito accademico sia in quello delle biografie-romanzo: ecco il titolo: _ Le vite di Miguel de Cervantes _, di *Andrés Trapiello*, Neri Pozza, 2006 (300 pag. per 19 €). Perchè lo raccomando pur avendo appena finito le poche pagine di introduzione? Proprio per quel che dichiara, e per come lo dichiara, l'autore nell'apertura a p.9:
"Bisogna azzardarsi a sentire", disse Stendhal, tornando forse su qualcosa che, duecento anni prima, aveva scritto lo stesso Cervantes nell'Amante liberale. "Quando si è in grado di sentire, si è anche in grado di dire". Questa è la legittima ambizione che deve avere qualunque scrittore: essere servo e padrone dei suoi stessi sentimenti. Questa è la sua allegria. La vanità è altra cosa." Et voila!

Infine una proposta: vorrei che la comunità dei lettori nominasse *Ivano Fossati* nume tutelare della *lettura critica* per aver composto la canzone _ Il battito _, inclusa nel suo recente CD _ L'arcangelo _... Se serve si può motivare ( ma dite la vostra...).
ah dimenticavo: anche *Silvia Parrella* merita di essere letta in massa come raccomanda il GdL di cervia

--------------
Scrivete al Gruppo di lettura!! gruppodilettura@gmail.com

Il podcast di radio 3: ascoltare la letteratura in mp3

Radio Rai ha finalmente i podcast: per ora sono pochi quelli di Radio 3 ma aumenteranno. Si potranno così ascoltare in Mp3 le puntate di programmi come Fharenheit o Ad alta voce. Un paio di esempi: ecco La prima puntata della lettura dei Malavoglia di Giovanni Verga; e una puntata della rubrica "il libro del giorno" nell'ambito di Fahrenheit del 17 febbraio.

Se cliccate sul simbolo _play_ lo sentite direttamente.

Per tenere sotto controllo i podcast di Radio 3 potete andare alla pagina del sito. Oppure usare il feed rss dei podcast Radio Rai.
--------
scrivete al gruppo di lettura gruppodilettura@gmail.com

Tags, a proposito di:

16.2.06

Emergency e Gino Strada a Cologno

Pace e/è cultura!

Tags, a proposito di:

14.2.06

Votate, votiamo i libri da leggere


Where do the ducks go?
Originally uploaded by dietpoison.
Ne avevamo parlato alcune settimane fa; ora partiamo ufficialmente con l'esperimento: i prossimi libri di narrativa e saggistica del Gruppo di lettura verranno scelti con una specie di votazione on line. Possono partecipare tutti, anche chi non è mai venuto al Gdl. Parteciperà alle discussioni via mail.
O potrà rompere il ghiaccio e venire alle riunioni per la prima volta. Potrà anche non fare nulla di tutto ciò e semplicemente limitarsi a votare.
Si vota sul sito della Biblioteca di Cologno Monzese dove trovate l'elenco dei libri candidati (le candidature sono arrivate via mail nelle scorse settimane)

------------
Scrivete al Gruppo di lettura!! gruppodilettura@gmail.com
Tags, a proposito di:

10.2.06

leggere libri: TOP TEN LIBRI

leggere libri: "Cambio idea dopo ogni libro che leggo, ma ora la mia attuale TOP TEN LIBRI è (in ordine sparso)..." L'idea ci è sempre piaciuta a noi dei Gdl, vero? Qui Giuliadepuntozero ci presenta la sua "Playlist" attuale. Interessante secondo me il fatto che la cambi spesso. Segno di letture che generano entusiasmo.

I visitatori del blog!


Uno sguardo sulla frequenza di visite e pagine viste ogni giorno sul blog del gruppo di lettura nelgli ultimi 30 giorni. Qualcosa ha aumentato un po' le visite e soprattutto le pagine visitate nelle ultime ora. Mah!
--------
Scrivete al GDL gruppodilettura@gmail.com

Tags, a proposito di:

6.2.06

Vignette, Giorello e Galimberti: libertà d'espressione, tolleranza e politica

Fra le idee e i sentimenti suscitati dall'ondata di proteste nel mondo mussulmano contro le vignette, mi pare che si possa un po' mettere alla prova quanto scrive *Giulio Giorello* in _ Di nessuna chiesa _ e quanto abbiamo discusso e ricavato nel Gruppo di lettura.

*Jean Daniel*, su _ Repubblica _ di venerdì 3 febbraio 2006 scriveva che se pure inopportune e sbagliate politicamente, e prive di qualsiasi valore artistico, quelle vignette *non devono essere vietate*: perché la libertà d'espressione non può essere limitata, altrimenti si mette a rischio la libertà di tutti. Giorello sosteneva nel suo libretto lo stesso punto di vista: lo abbiamo detto e ripetuto. Il riferimento è *Voltaire*: non sono d'accordo con quello che dici ma mi batterò fino alla morte perché tu possa dirlo (cito un po' a memoria).
Altrimenti il pericolo è che si affermi il principio della proibizione dell'espressione, quella voglia di vietare che prende la mano ai preti, ai censori, agli scientisti, ai fanatici del politically correct, ai politici permalosi, ecc, in nome di valori di ogni tipo, ma con il medesimo risultato: *reprimere una delle libertà essenziali*.

Su questo io sono assolutamente d'accordo! Nella discussione abbiamo fatto anche degli esempi limite e molto indigesti (per esempio: è più pericoloso vietare la propaganda nazista che stabilire il principio che ci possa essere qualcosa forma di espressione che possa essere vietata).

Certo, dovrebbe intervenire la politica, la cultura, la compassione e il buon senso e forse il buon gusto per non arrivare a ferire le *sensibilità* altrui in ambiti così delicati e sensibili come i temi religiosi e in momenti pericolosi come questi. Ma una volta che non si esercitano queste facoltà, il danno minore è quello che deriva dal non proibire.

*Umberto Galimberti* su Repubblica di oggi, invece, non sembra d'accordo: riferendosi esplicitamente a quanto detto da Daniel dice: non è vero che non possono essere vietate quelle caricature in nome dei principi di civiltà: "perché tra i principi di civiltà c'è anche l'assoluto rispetto delle religioni altrui". Il che sembra implicare un *invito a proibire* in nome del "rispetto assoluto di quella parte pre-razionale di ciascuno di noi, dove è anche la matrice della nostra identità e della nostra appartenenza".

Condivido *quasi* tutto quello che ci propone Galimberti in questo articolo (soprattutto la questione del rispetto) *tranne* questa licenza di proibire. Che però è un aspetto fondamentale della faccenda.
Altrimenti, se accettiamo di proibire, anche nel nome del rispetto delle religioni e delle sensibilità, rischiamo situazioni o autoritarie o di freno a qualsiasi ricerca, analisi, ricostruzione storica, espresisone artistica che avvicini questi temi sensibili.

Un esempio illuminante di quanto sia pericoloso questa smania di proibire e censurare l'espressione ci viene fatto da *Antonio Mondaé che venerdì scorso (3 febbraio) su _ Repubblica _ ci racconta di come negli Stati Uniti ci sia una vera e propria corsa da parte di organizzazioni integraliste religiose a pretendere (e in molti cai a ottenere) la revisione o la proibizione dei libri di testo scolastici e universitari che a loro dire offendono o non rispettano la corretta interpretazione del proprio credo: induisti, musulmani, ebrei, cristiani.
Questi interventi censori, tra l'altro, comportano oltre all'azione illiberale di proibire e censurare il lavoro di studiosi, anche il rischio di ritrovarci con testi scolastici che non insegano più niente a nessuno perché si ispirano al principio di *non offendere nessuno*, come dice *Sigmund Ginsberg* in un altro articolo su _ Repubblica _ accanto a quello di Monda.
Insomma, il dibattito è ancora aperto. Che ne pensate?

ciao a tutti

_L

Scrivete al GDL!! gruppodilettura@gmail.com

2.2.06

leggere libri » Jean-Claude Izzo, Marinai perduti, e/o

leggere libri »: "mi sono piaciuti molto i personaggi. Piaciuti artisticamente intendo. Personaggi che sono enigmi, come gli uomini e le donne vere: complessi, contraddittori."

leggere libri » Batchelor, Kundera: il Sé come una narrazione

leggere libri » Dobbiamo quindi avere la forza di immaginare noi stessi in modo diverso: non un’entità definita e immutabile ma una narrazione, nella quale i processi fisici e mentali nei quali siamo coinvolti (l’essere parte del mondo) diventino una “storia” che si sviluppa.

leggere libri » Libri a tema: la neve

leggere libri » Libri a tema: la neve: "Bloccata in casa dalla bufera, ho pensato a un percorso di libri che avessero come protagonista, in qualche modo, la *neve*."

gruppodilettura@gmail.com
INCONTRO NAZIONALE
DEI GRUPPI DI LETTURA,
30 settembre Arco di Trento

Prossimi appuntamenti GDL
I consigli di lettura per l'estate
I libri che abbiamo letto
Google
Web gruppodilettura




Subscribe in Bloglines

il blog del Gdl via email

Grazie a FeedBurner


Home page



Il sito della Biblioteca di Cologno Monzese
Il sito della Biblioteca di Cervia
Il forum dei lettori della biblioteca di Cologno
Associazione amici della biblioteca di Cologno

QUEL CHE FANNO GLI ALTRI
Libridine, gruppo italiano on line
Gruppo di lettura, a Cervia
+Il gruppo di lettura della Biblioteca Provinciale "A. C. De Meis" di Chieti
Gruppo di lettura "Tra le righe", a Reggio Emilia
Leggendo Leggendo, gruppo di lettura a Piacenza
Scuola Blog, Piacenza
Gruppo di lettura a Trento
Il GdL della Biblioteca di Melegnano
Il GdL della Biblioteca di Segrate
"Luogo Comune", il GdL di Vignate
Il GdL della Biblioteca di Novate Milanese
"Il salotto della poesia", il GdL della Biblioteca comunale di Arese
BombaCarta
Blottagono
Blog dei circoli di lettura
Il Gruppo di lettura di Rozzano (MI)
Lettori accaniti
Bookclub, Roma
Lanternati
Il gruppo di lettura del Guardian
I gruppi del New York Times
ALTRI BLOG
Il blog di Biblaria
Fogliedivite
Letture e riletture
Romanzieri.com
Il comodino del piacentino
Popinga
Marchitelli
Letturalenta
Cazzeggi letterari
Giulio Mozzi
Diritto e cultura
Booksblog
RedazioneVoland
Il blog di Grazia
The tentacle and the city
Arci bookcrossing, Torino
Alcuni autori di cui ci siamo occupati
Paul Auster
Camilla Baresani
Walter Benjamin
Miguel Benasayag
Erri De Luca
Jonathan Franzen
Paul Ginsborg
Milan Kundera
Nicolaj Leskov
Marco Lodoli
Antonio Munoz Molina
Vladimir Nabokov
Laura Pariani
Nuto Revelli
Lev Tolstoj
J. Saramago
W.G. Sebald

  • Google
  • Wikipedia
  • Firefox


  • Creative Commons License
  • I contenuti di _Gruppo di Lettura sono regolati da una licenza Creative Commons.
  • __FEED ATOM

  • Technorati Profile