www.flickr.com
photos in People reading- Comment as many as you add
IL BLOG DEL GRUPPO DI LETTURA HA CAMBIATO CASA; IL NUOVO INDIRIZZO è http://gruppodilettura.wordpress.com/

« Home | incrociamo le dita! » | Pasolini, scritti corsari, appunti; un'estraneità ... » | Pace e buone letture » | Altri spunti di riflessione su Pasolini - di Anton... » | Riflessioni dagli "Scritti Corsari" di P.P.Pasolin... » | Alberto Manguel, intervista » | Orhan Pamuk, Istanbul - Libri novità » | Ostia, Monumento a Pasolini » | Pasolini: l'ideologia dell'edonismo consumista: de... » | Pasolini, spunti di discussione --- di Vera --- »

Pasolini, io sto con lui

In difesa di Pasolini
Sono d'accordo con molte delle cose che dice Luca a proposito di Pasolini. Eppure difendo Ppp e i suoi errori; perché i suoi meriti sono enormi.

Vanno considerate le circostanze in cui scriveva questi "saggi": sono articoli di giornale, non testi di sociologia o analisi storiche; si tratta di riflessioni quasi da antropologo della contemporaneità; dettate però da uno sguardo acuto ma parziale, ravvicinato sulla cose, sulle persone che vedeva e frequentava "qui e ora": persone che vivevano nel corpo, sulla pelle, la mutazione che in un decennio aveva cambiato il volto del paese. Ppp ne vedeva dunque i comportamenti e ne proiettava le conseguenze sul futuro.

Su molti temi Ppp si sbagliava. Era esagerato; vedeva solo alcune cose, ne ignorava colpevolmente altre. Vedeva tutto omologato anche quando (ancora) non lo era. Forse aveva una visione idealistica e estetizzante delle classi contadine e operaie del passato.
Aveva però il coraggio di cimentarsi su un terreno nuovo. E' vero che, come gli rimproveravano alcuni "amici", la sociologia da tempo aveva individuato gli effetti del consumo generalizzato sulle culture dei diversi ceti.

Ppp però lo vedeva e lo provava empiricamente, nel quotidiano e dal suo punto di vista, forse poco obiettivo: questa trasformazione sembrava avere una forza formidabile: esattamente quella che avrebbe avuto negli anni a venire e che probbailmente nessuno fra i suoi interlocutori avvertì, allora, in tutta la portata. Come dice Alfonso Berardinelli, questi interlocutori  anche quando avevano ragione, mostravano una "ragione stridula e stizzosa, oltre che conoscivamente inerte. Mentre Pasolini stava cercando di rivelare qualcosa di nuovo, loro non facevano che difendere nozioni acquisite".

Non entro nel merito, significherebbe dilungarsi troppo. Ripeto solo quanto detto in un'osservazione di qualche giorno fa (si legge qui): il decennio berlusconiano non mi pare un'involuzione imprevedibile: è cominciata ben prima, se ne vedevano i segni evidenti negli anni '80 e stava scritta - era una delle possibilità diciamo così, per non essere deterministi - in quella mutazione antropologica del "vissuto" degli italiani (edonismo consumista) degli anni '70, nei comportamenti che diventano ideologia, di cui parlava e soprattutto che vedeva Pasolini, quotidianamante. Ppp vedeva solo quelli, forse, ma solo lui ne ha intuito le conseguenze.

Infine, un accenno ai capelloni. Certo il giudizio di Pasolini è eccessivo e quasi stonato. Il giudizio, non il metodo: quella specie di semiologia dei corpi che permette di identificare le sottoculture, funziona, nelle linee essenziali, ancora oggi. Quando queste sottoculture si combinano perfettamente con il consumo come forme di espressione particolare, non uniformi, segmentata in gruppi diversi; che però esprimono una sostanziale (a parte casi molto ristretti e particolari) adesione - nei fatti - al vissuto come pratica di consumo.

ciao ciao

_luiginter

Tags:

This is very interesting site... » »

Posta un commento

Links to this post

Crea un link

gruppodilettura@gmail.com
INCONTRO NAZIONALE
DEI GRUPPI DI LETTURA,
30 settembre Arco di Trento

Prossimi appuntamenti GDL
I consigli di lettura per l'estate
I libri che abbiamo letto

Ultimi post pubblicati

Google
Web gruppodilettura




Subscribe in Bloglines

il blog del Gdl via email

Grazie a FeedBurner


Home page



Il sito della Biblioteca di Cologno Monzese
Il sito della Biblioteca di Cervia
Il forum dei lettori della biblioteca di Cologno
Associazione amici della biblioteca di Cologno

QUEL CHE FANNO GLI ALTRI
Libridine, gruppo italiano on line
Gruppo di lettura, a Cervia
+Il gruppo di lettura della Biblioteca Provinciale "A. C. De Meis" di Chieti
Gruppo di lettura "Tra le righe", a Reggio Emilia
Leggendo Leggendo, gruppo di lettura a Piacenza
Scuola Blog, Piacenza
Gruppo di lettura a Trento
Il GdL della Biblioteca di Melegnano
Il GdL della Biblioteca di Segrate
"Luogo Comune", il GdL di Vignate
Il GdL della Biblioteca di Novate Milanese
"Il salotto della poesia", il GdL della Biblioteca comunale di Arese
BombaCarta
Blottagono
Blog dei circoli di lettura
Il Gruppo di lettura di Rozzano (MI)
Lettori accaniti
Bookclub, Roma
Lanternati
Il gruppo di lettura del Guardian
I gruppi del New York Times
ALTRI BLOG
Il blog di Biblaria
Fogliedivite
Letture e riletture
Romanzieri.com
Il comodino del piacentino
Popinga
Marchitelli
Letturalenta
Cazzeggi letterari
Giulio Mozzi
Diritto e cultura
Booksblog
RedazioneVoland
Il blog di Grazia
The tentacle and the city
Arci bookcrossing, Torino
Alcuni autori di cui ci siamo occupati
Paul Auster
Camilla Baresani
Walter Benjamin
Miguel Benasayag
Erri De Luca
Jonathan Franzen
Paul Ginsborg
Milan Kundera
Nicolaj Leskov
Marco Lodoli
Antonio Munoz Molina
Vladimir Nabokov
Laura Pariani
Nuto Revelli
Lev Tolstoj
J. Saramago
W.G. Sebald

  • Google
  • Wikipedia
  • Firefox


  • Creative Commons License
  • I contenuti di _Gruppo di Lettura sono regolati da una licenza Creative Commons.
  • __FEED ATOM

  • Technorati Profile