www.flickr.com
photos in People reading- Comment as many as you add
IL BLOG DEL GRUPPO DI LETTURA HA CAMBIATO CASA; IL NUOVO INDIRIZZO è http://gruppodilettura.wordpress.com/

« Home | Una famiglia americana, J. C. Oates » | Uno scrittore giamaicano racconta le sue partite d... » | Dal gruppo di lettura "effetto libro" di Suzzara: ... » | “E non disse nemmeno una parola” di Heinrich Böll » | anni sessanta su Hinterland cultura libri - RadioH... » | Pankaj Mishra, lo scrittore indiano, discute coni ... » | Cercare dentro Shakespeare con Google » | Viaggi negli Stati Uniti » | Bradbury, Fahrenheit 451 - la riunione è giovedì 1... » | L'infinito viaggiare »

“Fahrenheit 451” di Ray Bradbury

Questa volta il gruppo di lettura ha scelto di lavorare su un libro un po’ autoreferenziale… il romanzo in questione verte, infatti, sull’importanza dei libri come veicolo della memoria e del conseguente valore della lettura e dei lettori. Per chi non lo sapesse, il libro racconta, in breve, di una società del futuro in cui è vietato possedere libri. I lettori vengono perseguitati e i loro libri bruciati da pompieri, che al posto di spegnere il fuoco, lo appiccano. Il protagonista (Montag) è proprio uno di questi pseudo-pompieri che, dopo un incontro speciale con un’eterea ragazza, inizia a capire che qualcosa nel suo modo di vivere non funziona…
Ecco una sintesi delle tematiche uscite dalla serata:
- è davvero da considerarsi fantascienza? Società di questo tipo ci sono state e ci sono tuttora…e anche la nostra società, democratica e occidentale, non potrebbe rischiare di diventarlo? Il potere ha sempre molta paura dell’uso che le persone possono fare della cultura…persone più colte e consapevoli, non accettano facilmente ogni tipo di imposizione… Forse potremmo considerarlo più un libro sul valore della memoria, che libro di fantascienza
- molto attuale: l’appiattimento culturale generalizzato che stiamo vivendo ci riporta direttamnete all’atmosfera del libro, spaventandoci un po’ forse. Bradbury è stato molto abile ad immaginare un futuro tanto realistico e, ormai, parzialmente realizzato (ruolo della televisione che ci invade la vita)
- interessante la spiegazione su cosa significa leggere “(…)Non sono i libri che vi mancano, ma alcune delle cose che un tempo erano nei libri. Le stesse cose potrebbero essere diffuse e proiettate da radio e televisioni. Ma ciò non avviene. No, no, non sono affatto i libri le cose che andate cercando. Prendetele dove ancora potete trovarle, in vecchi dischi, in vecchi film, e nei vecchi amici; cercatele nella natura e cercatele soprattutto in voi stessi. I libri erano soltanto una specie di veicolo, di ricettacolo in cui riponevamo tutte le cose che temevamo di poter dimenticare. Non c’è nulla di magico, nei libri; la magia sta solo in ciò che essi dicono, nel modo in cui hanno cucito le pezze dell’universo per mettere insieme così un mantello di cui rivestirci.(…)”
- il linguaggio visionario utilizzato è molto efficace e riesce perfettamente nell’evocare immagini, luoghi e atmosfere surreali
- ruolo catartico della natura, associata all’idea di positività, in conflitto con la città ipertecnologica e “vuota”dal punto di vista umano
- È consolante il desiderio dell’uomo di resistere e di “non lasciar perdere”!
- Interessante constatare l’atteggiamento di pigrizia intellettuale che subentra dopo l’appiattimento culturale. Anestetizzati dalla televisione i personaggi del libro, sono incapaci di reagire e cadono in un vortice in cui il livello culturale continua a scendere…il messaggio finale è di continuare a resistere (anche con il blog… J)
- Importante il ruolo delle relazioni umane: le persone possono essere veicoli di cambiamenti. Emblematico il fatto che Montag (il protagonista) abbia la forza di cambiare la sua vita solo grazie all’incontro con una ragazza che gli parla guardandolo negli occhi (per la prima volta dopo tanto tempo) e trasmettendogli la sua vitalità…ha bisogno di persone che lo scuotano per capire che qualcosa in lui non funziona.
- Paragoni con la riduzione cinematografica di Truffault. Alcuni hanno preferito il film, la maggioranza a preferito il libro. Tutti abbiamo concordato nel dire che il Regista ha fatto un buon lavoro…visione altamente consigliata!
- Vera, oltre a proporci un nuovo libro di fantascinza per uno dei prossimi gdl ("Guida galattica per gli autostoppisti" di Adam), ci pone una domanda inquietante: gli autori di fantascienza hanno un ruolo nell’effettivo realizzarsi (anche se solo parzialmente) delle ipotesi che avevano prefigurato? Sono loro ad influenzare le idee dei potenti? (Ricordiamo anche Orwell “1984”…) Oppure sono grandi sociologi, capaci di carpire in anticipo le tendenze più perverse della società?
- Interessante il ruolo del protagonista, una figura molto umana, non un eroe: un uomo che ha paura, ma che comunque cerca di cambiare le cose. …
- Per qualcuno non è così evidente e scontato il messaggio finale del libro…in fondo il capopompiere che cerca di convincere Montag della cattiveria dei libri dà motivazioni serie: quando sono stati proibiti nessuno leggeva più se non pochissimi, alla gente basta il divertimento che il potere gli propone per essere serena (non andando molto lontano: Berlusconi -sempre lui- un po’ di tempo fa ha proprio detto “Con le mie televisioni ho dato la felicità alle persone”…eh già! Grazie Silvio!), i libri portano troppi problemi, ecc ecc. Il potere decide di tutelare l’uomo dal contenuto dei libri…l’autore alla fine da che parte sta?
- Finalmente un libro che difende il lavoro fatto dalle persono che si occupano di materie umanistiche, sempre un po’ sbeffeggiate per la loro improduttività dal punto di vista economico. Ingegneri e politici, leggetevi questo libro!
Anche questa volta, devo dire, abbiamo fatto un’ottima scelta!
Prossimo libro: “La boutique del mistero” di Dino Buzzati, il 7 settembre 2006 alla Biblioteca di Cologno Monzese. Visto che c'è tanto tempo prima del nuovo incontro, si pensava di affiancare a questo libro "Le città invisibili" di Italo Calvino...per fare un confronto tra i due modi di scrivere racconti...cosa ne pensate?
Ricordo a tutti che si possono mandare i propri consigli di lettura per l’estate all’email del gruppo di lettura (gruppodilettura@gmail.com)!
Ilaria.
-----------------------------------------------------------
Volete contribuire a questo blog con le vostre riflessioni e esperienze di/sulla lettura? Scrivete a

trovo geniale la domanda relativa alla possibilità che gli scrittori di fantascienza siano non dei visionari capaci di vedere dove andranno le nostre società; ma dei creatori di modelli (da incubo quasi sempre) che i potenti finiscono per "copiare".
Un peccato non esser potuto venire alla serata.

ciao ciao

_L

This is very interesting site... » » »

Keep up the good work here

Posta un commento

Links to this post

Crea un link

gruppodilettura@gmail.com
INCONTRO NAZIONALE
DEI GRUPPI DI LETTURA,
30 settembre Arco di Trento

Prossimi appuntamenti GDL
I consigli di lettura per l'estate
I libri che abbiamo letto

Ultimi post pubblicati

Google
Web gruppodilettura




Subscribe in Bloglines

il blog del Gdl via email

Grazie a FeedBurner


Home page



Il sito della Biblioteca di Cologno Monzese
Il sito della Biblioteca di Cervia
Il forum dei lettori della biblioteca di Cologno
Associazione amici della biblioteca di Cologno

QUEL CHE FANNO GLI ALTRI
Libridine, gruppo italiano on line
Gruppo di lettura, a Cervia
+Il gruppo di lettura della Biblioteca Provinciale "A. C. De Meis" di Chieti
Gruppo di lettura "Tra le righe", a Reggio Emilia
Leggendo Leggendo, gruppo di lettura a Piacenza
Scuola Blog, Piacenza
Gruppo di lettura a Trento
Il GdL della Biblioteca di Melegnano
Il GdL della Biblioteca di Segrate
"Luogo Comune", il GdL di Vignate
Il GdL della Biblioteca di Novate Milanese
"Il salotto della poesia", il GdL della Biblioteca comunale di Arese
BombaCarta
Blottagono
Blog dei circoli di lettura
Il Gruppo di lettura di Rozzano (MI)
Lettori accaniti
Bookclub, Roma
Lanternati
Il gruppo di lettura del Guardian
I gruppi del New York Times
ALTRI BLOG
Il blog di Biblaria
Fogliedivite
Letture e riletture
Romanzieri.com
Il comodino del piacentino
Popinga
Marchitelli
Letturalenta
Cazzeggi letterari
Giulio Mozzi
Diritto e cultura
Booksblog
RedazioneVoland
Il blog di Grazia
The tentacle and the city
Arci bookcrossing, Torino
Alcuni autori di cui ci siamo occupati
Paul Auster
Camilla Baresani
Walter Benjamin
Miguel Benasayag
Erri De Luca
Jonathan Franzen
Paul Ginsborg
Milan Kundera
Nicolaj Leskov
Marco Lodoli
Antonio Munoz Molina
Vladimir Nabokov
Laura Pariani
Nuto Revelli
Lev Tolstoj
J. Saramago
W.G. Sebald

  • Google
  • Wikipedia
  • Firefox


  • Creative Commons License
  • I contenuti di _Gruppo di Lettura sono regolati da una licenza Creative Commons.
  • __FEED ATOM

  • Technorati Profile